Terra Madre Salone del Gusto di Torino: l’eccellenza torinese nella Piazza dei Maestri del Gusto


Camera di commercio di Torino Relazioni Esterne


A cura di ANDREA DI BELLA

La Camera di commercio di Torino porta molte novità all’evento internazionale: da piazzale Valdo Fusi interamente dedicato all’enogastronomia locale d’eccellenza dei Maestri del Gusto, con degustazioni guidate e show-cooking aperte a tutti, a FoodMOOD, l’area professionale del Salone che a Torino Incontra ospita BtoB e conferenze per operatori del settore.


Per la prima volta nella storia del Salone del Gusto, quest’anno la Camera di commercio di Torino ha dedicato un’intera piazza all’eccellenza dei Maestri del Gusto di Torino e provincia, i migliori esponenti dell’enogastronomia torinese selezionati insieme a Slow Food e al proprio Laboratorio Chimico.

Si tratta di piazzale Valdo Fusi che dal 22 al 26 settembre sarà ribattezzata Piazza dei Maestri del Gusto e sarà animata da una quarantina di stand ricchi di proposte, assaggi e novità che i visitatori potranno scoprire e acquistare da mezzogiorno fino a mezzanotte, nel cuore di Torino, in un ideale centro del Salone, che dal grande allestimento del Parco del Valentino spazia fino a piazza San Carlo e piazza Castello.



Aziende agricole, gelatieri, pasticceri, liquorerie, case da tè, casari, formaggiai, viticoltori, pastifici, ecc: praticamente tutte le 26 categorie dei Maestri del Gusto saranno presenti nella Piazza, con un susseguirsi di appuntamenti e attività studiate appositamente per il pubblico italiano e straniero. Degustazioni, curiosità e anche abbinamenti tra i prodotti dei Maestri, troveranno il loro palco nello stand della Camera di commercio in un continuo susseguirsi di incontri che renderanno la Piazza dei Maestri del Gusto uno tra i luoghi imperdibili della manifestazione.


Nella piazza presenti anche associazioni, enti e istituzioni, e gli incubatori di imprese dell’Università degli Studi e del Politecnico, che ospiteranno le start up di settore. Inoltre, in collaborazione con Slow Food Piemonte, ulteriori incontri e iniziative avranno luogo nel piazzale, presso Open Baladin, Jazz Club Torino, Casa Oz e lo spazio Lavazza allestito presso l’ex Borsa Valori.


Al centro della piazza, proprio davanti a Palazzo Affari, lo stand istituzionale della Camera di commercio di Torino proporrà quotidianamente decine di degustazioni, presentazioni di prodotti, assaggi e momenti di show cooking in diretta, condotti sia dai Maestri del Gusto, sia da produttori, associazioni di categoria torinesi, Condotte Slow Food.


Macellai, gelatieri, panificatori, pasticceri, viticoltori, produttori di miele, formaggi, vermut, caffè, peperoni, ma anche di bagna caoda o “runditt”, sfoglie tipiche della Val d’Ossola: saranno numerosissimi i protagonisti che si alterneranno nell’area incontri allo stand per proporre degustazioni guidate, tutte gratuite previa prenotazione. Proprio grazie alla presenza a rotazione di decine di associazioni, consorzi e ospiti, lo stand camerale cambierà aspetto di ora in ora e sarà quindi uno spazio sempre nuovo, da visitare più volte nei giorni della kermesse.


Uno dei protagonisti dello stand camerale sarà il vino, da solo o in abbinamento ad altre specialità, grazie alle degustazioni proposte tutti i giorni, con la collaborazione degli assaggiatori ONAV. I vini torinesi sono scelti nell’ambito del progetto TORINODOC, basato sulla selezione enologica realizzata dalla Commissione di degustazione della Camera di commercio di Torino e dal suo Laboratorio Chimico, con la collaborazione dell’Enoteca Regionale dei vini della Provincia di Torino, che per l’occasione sarà presente con un proprio stand in piazza. Il depliant “TORINO DOC - CHE STORIA! Le uve raccontano”, disponibile presso lo stand, elenca le 47 aziende vitivinicole valutate nell’ambito della Selezione e delle 7 Denominazioni di origine torinesi: oltre alla DOCG Erbaluce di Caluso, le 6 DOC – Carema, Canavese, Freisa di Chieri, Collina Torinese, Pinerolese e Valsusa. Per ogni azienda, il vino che ha ottenuto il punteggio più elevato è segnalato da un “cavatappi d’oro”.


Spazio anche alla degustazione dei formaggi, sabato 24 settembre alle 19 e domenica alle 18, in particolare quelli coinvolti nel progetto “TORINO CHEESE”: un’altra accurata selezione, questa volta di produzioni lattiero casearie torinesi,  realizzata dalla Camera di commercio di Torino, insieme al suo Laboratorio Chimico e in collaborazione con l'ONAF Organizzazione Nazionale Assaggiatori formaggio e con DISAFA-Università di Torino.


PIAZZA DEI MAESTRI DEL GUSTO - Piazzale Valdo Fusi - Dal 22 al 25 settembre ore 12-24, lunedì 26 dalle 12 alle 19


Programma completo e Prenotazioni: www.to.camcom.it/salonegusto2016

 



di Andrea Di Bella