“Solo un gastronomo felice può cambiare il mondo”: parola delle “rondinelle” dell’UNISG di Pollenzo


Università di Scienze Gastronomiche


A cura di ANDREA DI BELLA

Venerdì 11 marzo 2016: cerimonia di Laurea all’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (Cuneo). 39 gastronomi da Italia, Spagna, Svizzera, Germania, Danimarca, Turchia, Messico, Stati Uniti, Kenya, Uganda prendono il volo verso il mondo del cibo. È il quinto Graduation Day dell’Università di Pollenzo, una giornata sempre emozionante, una cerimonia che ti rende felice. 


I nuovi gastronomi hanno ricevuto il diploma di laurea dalle mani del rettore Piercarlo Grimaldi e dei loro stessi docenti. “Siamo pronti per entrare nel futuro del cibo” hanno dichiarato i neolaureati.


La cerimonia è iniziata con il lungo corteo dal cortile dell’Agenzia diretto verso la Chiesa di San Vittore, composto da studenti, docenti, dal rettore Piercarlo Grimaldi e dal presidente dell’Università Carlo Petrini, oltre agli ospiti Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, Mauro Pagani, compositore e polistrumentista, Silvia Federica Boldetti, alumna UNISG e Pastry Queen 2016, vincitrice del campionato mondiale femminile di pasticceria.



Nella Chiesa di San Vittore sono avvenute le proclamazioni e gli ospiti sono intervenuti portando le loro testimonianze, legate al percorso di studi e al ricordo personale della loro laurea.

 

Il rettore Piercarlo Grimaldi ha esordito dando il benvenuto ai presenti: “All'inizio dell'Ottocento veniva progettato il nuovo borgo di Pollenzo: un  complesso neo-gotico che doveva essere sede d’eccellenza per lo sviluppo dell'economia agricola. Questo slancio di rinascita del borgo è stato predittivo di un futuro che si è recentemente realizzato con la nostra università. Un progetto che ha dato continuità e innovazione, definendo una nuova epoca che ha segnato questo luogo. Siete nuovi gastronomi, protagonisti del nuovo linguaggio del buono, del pulito e del giusto, che avete appreso qui a Pollenzo. Siamo certi che saprete farvi onore nel mondo e, in questo modo, fare onore a questa terra di adozione”.


Quindi hanno preso la parola gli ospiti.


Silvia Federica Boldetti, alumna UNISG e campionessa mondiale di pasticceria: “La cosa più importante di Pollenzo non è solo il titolo che si ottiene, ma è l’aria che si respira, i valori che vengono trasmessi, la filosofia, il modo di vedere il cibo, la terra, il lavoro. Studiare all’UNISG è da fortunati e si deve fare tesoro degli anni trascorsi qui. Oggi avete un bagaglio culturale e di valori che vale tantissimo: se ce la mettete tutta potete arrivare dappertutto. Io ho fatto economia e qui ho fatto la laurea magistrale perché non volevo stare dietro una scrivania: oggi ho raggiunto traguardi che non immaginavo”.


Il compositore e polistrumentista Mauro Pagani ha portato il suo ricordo ironico: “Sono onorato di essere qui e felice di festeggiare una cosa che è successa a voi e non a me. Vi posso parlare degli errori che si fanno quando si  intraprende una strada che non è la propria. A 16 anni volevo fare il musicista, ma i miei genitori non erano d’accordo e hanno cercato di impedirlo. Così ho fatto il liceo classico e mi sono iscritto a geologia: ma avevo uno scoglio, la matematica. Ho dato cinque volte l’esame di analisi e la docente, che sembrava Mafalda e aveva un’aria feroce, mi sorrise per la prima volta dicendomi che dovevo cambiare facoltà. Vi faccio le congratulazioni: avete tutta la mia invidia, perché quando una conoscente chiese a mia madre ‘Allora, signora, sarà contenta della carriera di suo figlio?’, lei rispose ‘Ma, veramente l’avrei preferito laureato’”.

Giuliano Pisapia, sindaco di Milano ha affermato “Anche io sono molto invidioso, perché studiate in un posto bellissimo. Io ci ho provato due volte a laurearmi. Dapprima volevo fare il medico: ho passato tutti gli esami, poi ho dovuto partire militare. Al mio ritorno ho abbandonato medicina, mi sono scritto a scienze politiche e infine ho poi deciso di laurearmi in giurisprudenza ed ho iniziato a fare l’avvocato. Voi avete fatto una bella scelta e adesso dovete far diventare i vostri studi un messaggio, una pratica e un agire.  Sono contento degli anni passati da sindaco a Milano. Il lascito più importante non è stata la Carta di Milano, ma il patto fatto con 160 sindaci delle grandi città del mondo, che rappresentano oltre 450 milioni di cittadini, con un impegno concreto su buone pratiche come la lotta agli sprechi, l’acqua bene comune, la salvaguardia dell’agricoltura. Sono i temi che avete studiato qui e con i quali lavorerete in futuro”.


Quindi è stata la volta di due neolaureati: John Wanyu dall’Uganda e Marianna Longo, dall’Italia.


“È un’emozione molto forte essere qui dal podio dal quale sono passati ospiti importanti. È il nostro primo passo verso il futuro: oggi diventiamo gastronomi” ha esordito Marianna, incalzata da John che ha affermato: “A Pollenzo noi siamo cambiati e adesso dobbiamo cambiare il mondo. Solo un gastronomo felice può cambiare il mondo”.


Hanno quindi concluso insieme: “Qui abbiamo imparato non solo dei contenuti, ma anche dei valori, abbiamo conosciuto nuove culture e persone. Invece che viaggiare per il mondo, noi abbiamo trovato il mondo a Pollenzo e adesso siamo pronti per entrare nel futuro del cibo”.


Ha chiuso la cerimonia Carlo Petrini: “Ragazze e ragazzi qui avete la possibilità di realizzare i vostri sogni:  siete maturati e ogni ragazzo è diventato Adamo e ogni ragazza Eva. Oggi Pollenzo vi caccia via perché avete mangiato la mela della conoscenza. È tempo per voi di partire e vi faccio tre auguri: che voi uscendo abbiate la capacita di costruire e rafforzare le vostra comunità, quindi che abbiate la consapevolezza di avere abbastanza e in ultimo la cosa più preziosa, ovvero cercate la stima dei vostri vicini. Tenete sempre presente che il nido è qui perché voi fate parte di una comunità che si allarga per il mondo. Adios, arrivederci rondinelle”


 



di Andrea Di Bella




Non dimenticare di guardare anche...

Inaugurazione anno accademico 2016-2017 all'UNISG di Pollenzo (Cuneo): Lectio magistralis del sociologo Domenico De Masi

“Siate coraggiosi, vi vedo andare via con le lacrime”: Carlo Petrini saluta i giovani laureati all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Tavole Accademiche 2018 all’UNISG di Pollenzo: ristoratori internazionali, stellati o Chiocciola Slow Food

La Lectio Magistralis del sociologo De Masi dà il via all'Anno Accademico 2016/17 dell'Unisg di Pollenzo

L'“Atlante del Cibo per Torino”: uno strumento a sostegno delle politiche alimentari della città metropolitana e della gestione del Sistema Cibo

“Italian Taste”: l'UNISG di Pollenzo studia il gusto degli italiani e cerca assaggiatori volontari (IT-taster)

Pollenzo, ecco il Calendario degli chef delle Tavole Accademiche UNISG 2019: all’insegna delle donne

Cerimonia di Laurea all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (Cuneo)

Professionalità per l’agricoltura del futuro. Se n’è discusso a Torino: gli interventi del ministro Martina e di Carlo Petrini

Graduation Day 2017 all’UNISG di Pollenzo (Cuneo). Petrini ai laureandi: “coltivate generosità e compassione, indignatevi per le ingiustizie"

Graduation Day 2018 all’UNISG di Pollenzo (Cuneo). Petrini: “Voi siete la Primavera. Sognate per essere felici”

“Ricondurre la gastronomia in un contesto più logico e armonico”: così Carlo Petrini all’inaugurazione dell’anno accademico 2013-2014 dell’UNISG di Pollenzo-Bra (Cuneo)

Il Premier Gentiloni inaugura l’a.a. 2017-18 dell’UNISG di Pollenzo. Da settembre 2018 due nuove classi di laurea

L'Osservatorio sulle performance dell’agroalimentare italiano: il Food Industry Monitor 2017 presentato all’UNISG di Pollenzo (Cuneo)

Food Industry Monitor: osservatorio sul mercato del vino italiano targato UNISG di Pollenzo e BSI Bank

L’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo ha un nuovo Rettore: è il professor Andrea Pieroni

L’UNISG di Pollenzo fa incontrare studenti e sostenitori delle borse di studio

Incontro UNISG - Sostenitori borse di studio. Il rettore Piercarlo Grimaldi: "Esse sono strumento concreto di democratizzazione del sapere"

Presentato all'UNISG di Pollenzo il calendario degli chef ospiti alle Tavole Accademiche 2017