“I Signori della Guerra” al Parco degli Acquedotti!?!?!


Mondo del Gusto


Alcune settimane fa stavo camminando al Parco degli Acquedotti quando, all’improvviso, m’imbatto in un personaggio di un’altra epoca! Un arciere medievale! Lo guardo incuriosito, mi guardo attorno per cercare di capire. Stanno girando un film? E’ una rappresentazione messa in scena dall’amministrazione comunale? E’ scoppiata la tanto temuta Guerra mondiale e siamo stati invasi da armate nemiche in una sorta di “ritorno al passato”? (Anche se debbo ammettere che quest’ultima ipotesi mi sembrava poco probabile…)

                         

 

Non trovando una risposta plausibile in merito a quanto stava accadendo chiedo all’arciere chi era e cosa stava facendo.

 

Mi risponde che fa parte dei “Signori della guerra”, un “Gruppo Ludico situato a Roma, ambientato in un medioevo storicistico dove solo i più coraggiosi e forti restano in piedi” (come recita la loro pagina Facebook) e quello a cui sto assistendo è la ricostruzione di battaglie che appunto si rifanno al medioevo.

 

Incuriosito e perplesso proseguo la camminata. Incontro nuovamente personaggi di un’altra epoca: questa volta sono più numerosi.

 


Evidentemente sta per accadere qualcosa che merita di essere seguito da vicino (ma senza esagerare per non rischiare spiacevoli incidenti trattandosi di soldati armati…).

Ed infatti ciò che sta avvenendo è la preparazione di una battaglia epica: le armate si stanno preparando, i rispettivi comandanti stanno impartendo gli ultimi ordini e motivando la truppa. Si combatte per la difesa di grandi ideali, interessi politici ed economici. E sono in gioco la vita e la morte e. soprattutto, l’onore di ognuno!!!

 

Le armate si muovono. Solo una collina oramai le separa. Ma ancora per poco. Ed infatti accade ciò che era temuto e desiderato: ora gli eserciti si fronteggiano.

Ed infatti accade ciò che era temuto e desiderato: ora gli eserciti si fronteggiano.

 

Inizia la battaglia. Nessuna pietà per il nemico!!!

 

E’ finita… sul campo ora giacciono i corpi dei morti e dei feriti. I vincitori decideranno sulla sorte dei nemici sconfitti: saranno generosi o implacabili?

  

Mentre il dubbio mi tormenta vedo che da lontano si staglia dalla cruenta scena una “Signora" della guerra (ebbene sì, anche le donne combattono senza distinzioni di ruoli). Ha lo sguardo determinato ma enigmatico. A cosa starà pensando? Ad un futuro nel quale ora potrà finalmente regnare imperitura la pace? Il sorriso sul suo volto ci fa ben sperare...

                    

                   

 

P.S.: ho trovando curioso ed interessante quanto ho visto. Mi sono informato visitando la loro pagina Facebook https://www.facebook.com/Signori-della-Guerra-832841083478588/?fref=nf e leggendo anche il loro regolamento, mi sono fatto un’idea più precisa delle finalità e dello spirito che li anima: come premette la stessa associazione nell’introduzione del loro regolamento, si tratta di un “gioco di ruolo” e loro stessi si definiscono “Gruppo ludico”. I migliori auguri ai temibili “Signori della guerra”!!!


Regolamento dei Signori della Guerra: Introduzione

I Signori della Guerra sono un’associazione di gioco di ruolo dal vivo di tipo storicistico ambientato nell’anno del Signore 1380.
I Signori della Guerra nascono da un’idea molto chiara e semplice: Vivere nella storia, non rievocare eventi storici, nemmeno rievocare la storia, ma cercare quanto più possibile di tornare indietro nel tempo, invece che riportare in vita la storia. Per questo non facciamo rievocazione storica, ma gioco di ruolo storico, un gioco nel quale i personaggi non vengono trasportati in un mondo fantastico ma nell’anno 1380, infatti non ci sono maghi che lanciano palle di fuoco, non ci sono guerrieri giganti armati di asce bipenne ne furtivi assassini che scompaiono a comando tra le ombre; ci sono uomini e donne dell’Europa Tardo Medioevale che portano avanti le loro vite in un’epoca piena di conflitti e difficoltà. Potrebbe sembrare noioso, vi assicuriamo che non lo è; potrebbe sembrare difficile seguire dei canoni storici, lo staff è sempre presente per rispondere ad ogni domanda. La parte più importante di tutto questo (e probabilmente la parte migliore) è che non sarà necessario immedesimarvi in un personaggio, ma sarete voi stessi il personaggio, voi stessi nel Medioevo
.





Scrivi a "Mondo del Gusto"

Nome:
Email:
Telefono:
Richiesta:
 
 



Non dimenticare di guardare anche...

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Fonte Colombo (Rieti)

Festa della Repubblica sul Gianicolo: le Frecce tricolori

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Poggio Bustone (Rieti)

Eccellenze reatine: Az. Ag. Onofri Michela, Cantina Campigliano, Az. Ag. D'Ascenzo

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Terzo giorno

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Santa Maria della Foresta (Rieti)

Sulle orme di San Francesco: L'Eremo delle Carceri (Assisi)

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. La Macelleria - Salumeria Città dei Papi di Nobili Mauro

Le Grotte di Stiffe (L'Aquila)

Il lago di Turano (Rieti)

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Greccio (Rieti)

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario delle Mentorella - L'area di Monte Guadagnolo - Capranica Prenestina (Roma)

Alla scoperta dell'isola di Capri: la passeggiata di Pizzolungo

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario della Mentorella - Capranica Prenestina (Roma)

Festa della Repubblica sul Gianicolo: i Burattini di Carlo Piantosi

Sulle orme di San Benedetto: l'Abbazia di Montecassino (Frosinone)

Sulle orme di San Francesco: le Basiliche di San Francesco e Santa Chiara

Sulle orme di San Benedetto: il Monastero di San Benedetto o Sacro Speco (Subiaco)

Febbraio 2015: L'Aquila...

Ristorante Creatività. Specialità vegan, vegetariane e per celiaci. Aprilia (LT)

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario delle Mentorella - Il sentiero Kircher - Capranica Prenestina (Roma)

Roma Beer Chocolate Private Party: una serata all'insegna del gusto e della creatività

16° Castagnata di Paganico Sabino (RI): scoperte e sorprese

La Santa Messa di Pasqua 2016

Spezie: Il Sapore della Storia. Roma dall'età antica al Rinascimento

Sulle orme di San Francesco: Il Tempio Votivo del Terminillo (Rieti)

Abbazia di Fossanova (Latina)

Polo Museale di San Francesco a Montefiore dell’Aso: il modello in scala del Padiglione Zero dell’EXPO raccontato da Giancarlo Basili

Roccasecca: il paese di San Tommaso d’Aquino

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Capodanno

Ristorante BUFF: a Trastevere un Trip Quality Food firmato dallo chef pluristellato Enrico Bartolini

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. Il Ristorante Vittorio Emanuele

Sulle orme di San Benedetto: l'Abbazia di Casamari (Frosinone)

Street artists (e molto di più) in via dei Fori Imperiali a Roma: i Funkallisto

IN ARTE... BELZEBU'. Peccati d'artista

Le cascate delle Marmore (Terni)

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Primo giorno

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Secondo giorno

Sulle orme di San Benedetto: il Monastero di Santa Scolastica (Subbiaco)

Alla scoperta dell’Isola di Capri: Monte Tiberio e Villa Jovis

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. Tarsie Turri

Sulle orme di San Francesco: La Porziuncola e San Damiano

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni (e Venezia come special guest) - Quarto giorno

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. In giro per la città

Alla scoperta dell'isola di Capri: Anacapri e dintorni

Castello della Sala: visita con degustazione dei vini della tenuta dei Marchesi Antinori

American Academy in Rome e Open House Roma: una gradita occasione