Il pane sempre caldo nei giorni della merla? A Bologna ci pensa Hotty, il sacchetto "hot" del Forno Calzolari


Forno Calzolari


Dal 29 gennaio al 28 febbraio 2015 a Bologna e Monghidoro -

 

Si avvicinano i giorni della merla, per antonomasia quelli più freddi dell’anno intero, e tra i tanti problemi che si possono presentare causa basse temperature c’è anche quello della conservazione del pane appena acquistato. Già in condizioni normali, in una città umida e ghiaccia come Bologna, arrivare a casa con un pane identico per consistenza e profumi a quello acquistato in negozio è impresa ai limiti del titanico, ma se ci aggiungiamo anche l’aria polare, allora, siamo alla fantascienza.

 

Proprio per ovviare a questo inconveniente il Forno Calzolari ha dato ulteriore fondo alla propria vena creativa e, dopo il panettone “à porter”, il “panpartout” e lo “sherpa”, si è inventato “Hotty”, un ingegnoso quanto semplice kit per scaldare il pane e mantenerlo fragrante e caldo come appena uscito dal forno.


 

Si tratta di un grazioso sacchetto in cotone nel cui fondo sono inseriti chicchi di grano Senatore Cappelli che, scaldati al forno microonde (ma anche sul termosifone funziona bene) generano un piacevole calore che, oltre a mantenere il pane e i suoi derivati alla temperatura giusta, può anche servire da utile scaldotto per le mani.

 

Il debutto di Hotty è già fissato per giovedì 29 gennaio – il primo dei tre giorni della merla – al punto vendita del Mercato di Mezzo, dove sarà possibile trovarlo anche venerdì 30 e sabato 31, ma per tutto il mese di febbraio sarà disponibile in tutti e tre gli indirizzi del Forno – quello storico di Monghidoro, quello del Mercato e quello di via delle Fragole – per riproporre l’antico uso contadino che, nell’ottocento, impiegava il grano come coibentante per mantenere il calore degli ambienti nelle case più povere.

 

Al momento l’iniziativa, che gode del patrocinio di Cna Bologna, è ancora nella fase sperimentale, e del simpatico sacchetto sono stati realizzati soltanto cento esemplari tutti cuciti a mano dalla suocera di Matteo Calzolari e decorati uno per uno (senza che ve ne sia uno uguale agli altri quindi) da sua moglie Stefania, ma se il progetto dovesse attecchire per l’inverno 2015-2016 è previsto un incremento su ampia scala.

 

«E’ un’iniziativa ecologica e simpatica – spiega Matteo Calzolari – così come in fondo sono simpatici i giorni della merla. In questo sacchetto sarà possibile mettere tutto quello che si vuole, da uno dei nostri tanti tipi di pane alla crescente con pancetta, e ritrovarselo a casa caldo e fragrante come appena uscito dal forno. E soprattutto è una cosa che nessun forno in Italia ha ancora proposto, quindi è una novità assoluta».

 

Utilizzare Hotty è semplicissimo: il sacchetto costa cinque euro e a ogni acquisto presso uno dei punti vendita del Forno Calzolari verrà opportunamente riscaldato al microonde. A ciascun possessore sarà rilasciata una tessera sulla quale verrà segnato ogni singolo utilizzo e, quando si raggiungerà quota quindici, si riceverà un buono acquisto. 



di Gabriele Orsi