Alla scoperta dell'isola di Capri: Anacapri e dintorni


Mondo del Gusto


Oggi abbiamo deciso di passare la giornata ad Anacapri: arriveremo al paese (in autobus) e lo visiteremo (compresa l’imperdibile Villa San Michele) andremo sul Monte Solaro (in seggiovia) e torneremo a Capri percorrendo la Scala Fenicia.

Prendiamo l’Autobus dal Centro di Capri e scendiamo ad Anacapri in Piazza della Vittoria, nelle cui vicinanze vi è la seggiovia di Monte Solaro, il quale, con i suoi 589 metri sul livello del è il punto più alto e panoramico dell'Isola di Capri. Dalle sue terrazze lo sguardo va dai Faraglioni al centro urbano di Capri, fino a raggiungere la Penisola Sorrentina, le isole dei Galli e tutto il Golfo di Napoli. Nei giorni di sereno è possibile intravedere anche il Golfo di Salerno.

La salita, che dura meno di un quarto d’ora è piacevole non solo per la vista del panorama ma anche perché la seggiovia non si allontano troppo dal suolo, consentendo di guardarsi attorno con sufficiente rilassatezza.


 

Anacapri - Monte Solaro - Funivia

 

Arrivati in cima ciò che vediamo corrisponde a quanto viene descritto dalle guide: dalle sue terrazze lo sguardo va dai Faraglioni al centro urbano di Capri, fino a raggiungere la Penisola Sorrentina, le isole dei Galli e tutto il Golfo di Napoli.

 

 

 

Anacapri - Monte Solaro - Panorama 1

 

Anacapri - Monte Solaro - Panorama 2

 

Anacapri - Monte Solaro - Panorama 3

 

 

Dopo esserci dissetati nel punto di ristoro, abbiamo intrapreso la “discesa” averso Anacapri (sempre tramite la comoda e suggestiva funivia). Dopo avere pranzato nei pressi della chiesa di Santa Sofia, abbiamo visitato il paese.

Ci siamo quindi diretti alla villa di San Michele, la cui visita è fortemente consigliata non solo per la bellezza della villa in sé ma anche per la splendida vista panoramica che offre: Golfo di Napoli, Penisola Sorrentina, Capri.

Anacapri - Villa San Michele - Panorama

 

La villa prende il nome da una piccola cappella che sorgeva in epoca medioevale alla fine della Scala Fenicia nel territorio appunto di Anacapri.

Nel 1895 il medico svedese Axel Munthe si innamorò delle rovine di un'antica cappella, costituite da una volta sfondata ed alcuni muri diroccati, e volle acquistarla a tutti i costi. Mentre eseguiva i lavori di restauro rinvenne nel vigneto adiacente il rudere la presenza dei resti di un'antica villa romana; da questi attinse per adornare la nuova villa con numerosi reperti archeologici che tuttora si possono osservare nella costruzione originale di Munthe.

Completata, con calma, la visita, abbiamo deciso di tornare a Capri utilizzando la Scala Fenicia, il cui impegnativo tragitto si può “immaginare” guardando la seguente fotografia.

Villa San Michele - Pnorama e Scala Fenicia

 

Un tempo era l'unica via di collegamento tra il porto di Marina Grande ed Anacapri, il comune "alto" dell'Isola di Capri. Oggi sono 921 gradini da percorre per ammirare il panorama di Capri in tutto il suo splendore.

Fino al 1874, anno in cui fu completata la strada carrozzabile tra Capri e Anacapri, la scala era l'unico collegamento tra Anacapri e il resto del mondo. I quasi mille gradini erano percorsi ogni giorno dalle donne del paese che scendevano alla Marina per poi risalire, portando in bilico sulla testa pesanti vasi d'acqua. Su ad Anacapri infatti non esistevano pozzi dai quali attingere acqua fresca: l'unica sorgente d'acqua dell'isola era quella di Truglio, nei pressi del porto.

Allo stesso modo venivano trasportati su, magari aiutandosi con dei muli, materiali da costruzioni, la posta e i bauli dei primi viaggiatori che decidevano di arrampicarsi fin su Anacapri.
Percorrendo la scala Fenicia si può ammirare il panorama: è stata una buona idea.

Siamo arrivati al porto di Marina Grande: ora prendiamo l’autobus per salire a Capri: è stata una bella giornata!!!
 



di Maurizio Soverini




Non dimenticare di guardare anche...

Il lago di Turano (Rieti)

Castello della Sala: visita con degustazione dei vini della tenuta dei Marchesi Antinori

Festa della Repubblica sul Gianicolo: le Frecce tricolori

16° Castagnata di Paganico Sabino (RI): scoperte e sorprese

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Primo giorno

“I Signori della Guerra” al Parco degli Acquedotti!?!?!

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. In giro per la città

Eccellenze reatine: Az. Ag. Onofri Michela, Cantina Campigliano, Az. Ag. D'Ascenzo

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Terzo giorno

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. Tarsie Turri

American Academy in Rome e Open House Roma: una gradita occasione

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario delle Mentorella - Il sentiero Kircher - Capranica Prenestina (Roma)

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Santa Maria della Foresta (Rieti)

Sulle orme di San Francesco: Il Tempio Votivo del Terminillo (Rieti)

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Poggio Bustone (Rieti)

La Santa Messa di Pasqua 2016

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario delle Mentorella - L'area di Monte Guadagnolo - Capranica Prenestina (Roma)

Roma Beer Chocolate Private Party: una serata all'insegna del gusto e della creatività

Spezie: Il Sapore della Storia. Roma dall'età antica al Rinascimento

Street artists (e molto di più) in via dei Fori Imperiali a Roma: i Funkallisto

Sulle orme di San Francesco: La Porziuncola e San Damiano

Ristorante Creatività. Specialità vegan, vegetariane e per celiaci. Aprilia (LT)

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Greccio (Rieti)

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Secondo giorno

Festa della Repubblica sul Gianicolo: i Burattini di Carlo Piantosi

Febbraio 2015: L'Aquila...

Polo Museale di San Francesco a Montefiore dell’Aso: il modello in scala del Padiglione Zero dell’EXPO raccontato da Giancarlo Basili

Sulle orme di San Francesco: L'Eremo delle Carceri (Assisi)

Alla scoperta dell’Isola di Capri: Monte Tiberio e Villa Jovis

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni (e Venezia come special guest) - Quarto giorno

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Capodanno

Abbazia di Fossanova (Latina)

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario della Mentorella - Capranica Prenestina (Roma)

Sulle orme di San Benedetto: l'Abbazia di Montecassino (Frosinone)

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. La Macelleria - Salumeria Città dei Papi di Nobili Mauro

Sulle orme di San Benedetto: il Monastero di San Benedetto o Sacro Speco (Subiaco)

Le cascate delle Marmore (Terni)

Sulle orme di San Francesco: le Basiliche di San Francesco e Santa Chiara

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. Il Ristorante Vittorio Emanuele

Roccasecca: il paese di San Tommaso d’Aquino

Alla scoperta dell'isola di Capri: la passeggiata di Pizzolungo

Ristorante BUFF: a Trastevere un Trip Quality Food firmato dallo chef pluristellato Enrico Bartolini

Sulle orme di San Benedetto: l'Abbazia di Casamari (Frosinone)

Le Grotte di Stiffe (L'Aquila)

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Fonte Colombo (Rieti)

Sulle orme di San Benedetto: il Monastero di Santa Scolastica (Subbiaco)

IN ARTE... BELZEBU'. Peccati d'artista