Alla scoperta dell'isola di Capri: la passeggiata di Pizzolungo


Mondo del Gusto


Grazie all’invito degli amici Giusy e Francesco, mia moglie ed io abbiamo avuto la possibilità di andare a Capri per una settimana.

 

Essere ospitati per alcuni giorni nel centro di Capri, ci ha permesso di conoscere sia il paese sia buona parte dell’isola, che abbiamo percorso in lungo ed in largo. L’abbiamo fatto prendendo alcune volte l’autobus ma, soprattutto, camminando. Ed è di questo che racconterò, utilizzando come traccia di riferimento alcuni fra i principali sentieri dell’isola.


La passeggiata di Pizzolungo

E’ l’itinerario che dalla Piazzetta porta lungo la passeggiata del Pizzolungo, pochi chilometri in cui il passaggio muta tra le diverse sfumature di verde e di azzurro con una vista inedita sui Faraglioni e la Penisola Sorrentina.

 

Durante il cammino, che non prevede punti di ristoro, si percorrono circa 775 gradini alternati a tratti pianeggianti. E' consigliata una ragionevole scorta di acqua


 

Il sentiero “circolare” l’ho percorso in senso antiorario iniziandolo (e finendolo) dalla Piazzetta. Sono partito a metà pomeriggio per approfittare del fatto che le ore più calde erano passate e che buona parte del sentiero rimaneva all’ombra, un aspetto che ha reso la camminata più piacevole.

 

Percorrendo Via Tragara si possono vedere panorami suggestivi.

Passeggiata di Pizzolungo - Via Tragara

 

Si arriva quindi al belvedere di Punta Tragara dal quale si gode la vista di uno splendido panorama.

Passeggiata di Pizzolungo - Belvedere Tragara

 

Dal belvedere parte anche un sentiero che arriva fino ai Faraglioni.

Passeggiata di Pizzolungo - I faraglioni

 

Tra le ville che si incontrano lungo il sentiero c'è anche la "Casa come me" che lo scrittore Curzio Malaparte si fece costruire sul costone di Capo Masullo. La villa è considerata uno dei capolavori dell'architettura moderna: è dipinta in rosso pompeiano con una grande scala centrale sulle cui pareti si aprono 4 grandi finestre progettate in modo da offrire ognuno una vista diversa sul mare.

Passeggiata di Pizzolungo - Villa Malaparte

 

La passeggiata prosegue tra la fitta e spontanea vegetazione della macchia mediterranea con mirto, euforbie, ginestre, qualche agave, altre specie della flora caprese e pini marittimi. Si incontra qualche solitaria villa e piccoli terrazzi da cui cogliere nuovi punti di vista su Capri (compresa Villa Jovis) e della penisola sorrentina

Passeggiata di Pizzolungo - Veduta di Villa Jovis

 

Passeggiata di Pizzolungo - Penisola sorrentina

 

Si arriva alla Grotta di Matermania, un antro dove venivano celebrati i riti misterici al Dio Mitra e, inerpicandosi per una ripida rampa di scale si arriva alla via Arco Naturale, che si raggiunge in pochi minuti.

 

L'Arco Naturale, è una struttura rocciosa presente, in forma di arco, formatasi sull'isola di Capri, per cause naturali, a seguito di processi erosivi. Ciò che vediamo oggi è un tratto largo 12 metri sospeso a circa 18 metri d'altezza dal suolo, dalle fattezze di un ponte naturale fra due pilastri di roccia. L'Arco Naturale si trova sopraelevato rispetto al livello del mare e la sua spaccatura semicircolare inquadra un panorama da favola.

             Passeggiata di Pizzolungo - Arco naturale

 

Tornando indietro, si percorre tutta via Matermania per poi arrivare al paese e tornare alla Piazzetta da cui si era partiti



di Maurizio Soverini




Non dimenticare di guardare anche...

Street artists (e molto di più) in via dei Fori Imperiali a Roma: i Funkallisto

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Secondo giorno

Le cascate delle Marmore (Terni)

Alla scoperta dell'isola di Capri: Anacapri e dintorni

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Greccio (Rieti)

Festa della Repubblica sul Gianicolo: le Frecce tricolori

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. In giro per la città

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Terzo giorno

16° Castagnata di Paganico Sabino (RI): scoperte e sorprese

Il lago di Turano (Rieti)

Sulle orme di San Francesco: La Porziuncola e San Damiano

Eccellenze reatine: Az. Ag. Onofri Michela, Cantina Campigliano, Az. Ag. D'Ascenzo

Roccasecca: il paese di San Tommaso d’Aquino

Sulle orme di San Francesco: Il Tempio Votivo del Terminillo (Rieti)

Le Grotte di Stiffe (L'Aquila)

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Capodanno

Sulle orme di San Francesco: le Basiliche di San Francesco e Santa Chiara

American Academy in Rome e Open House Roma: una gradita occasione

Castello della Sala: visita con degustazione dei vini della tenuta dei Marchesi Antinori

Roma Beer Chocolate Private Party: una serata all'insegna del gusto e della creatività

Polo Museale di San Francesco a Montefiore dell’Aso: il modello in scala del Padiglione Zero dell’EXPO raccontato da Giancarlo Basili

“I Signori della Guerra” al Parco degli Acquedotti!?!?!

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni - Primo giorno

IN ARTE... BELZEBU'. Peccati d'artista

Ristorante BUFF: a Trastevere un Trip Quality Food firmato dallo chef pluristellato Enrico Bartolini

Capodanno 2014 ed inizio 2015: alcuni giorni a Bologna e dintorni (e Venezia come special guest) - Quarto giorno

Sulle orme di San Benedetto: l'Abbazia di Montecassino (Frosinone)

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario della Mentorella - Capranica Prenestina (Roma)

Ristorante Creatività. Specialità vegan, vegetariane e per celiaci. Aprilia (LT)

Festa della Repubblica sul Gianicolo: i Burattini di Carlo Piantosi

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. La Macelleria - Salumeria Città dei Papi di Nobili Mauro

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Santa Maria della Foresta (Rieti)

La Santa Messa di Pasqua 2016

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Fonte Colombo (Rieti)

Sulle orme di San Benedetto: il Monastero di Santa Scolastica (Subbiaco)

Abbazia di Fossanova (Latina)

Febbraio 2015: L'Aquila...

Sulle orme di San Francesco: L'Eremo delle Carceri (Assisi)

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario delle Mentorella - L'area di Monte Guadagnolo - Capranica Prenestina (Roma)

Alla scoperta dell’Isola di Capri: Monte Tiberio e Villa Jovis

Spezie: Il Sapore della Storia. Roma dall'età antica al Rinascimento

Sulle orme di San Benedetto: Il Santuario delle Mentorella - Il sentiero Kircher - Capranica Prenestina (Roma)

Sulle orme di San Benedetto: l'Abbazia di Casamari (Frosinone)

Sulle orme di San Francesco: Il Santuario di Poggio Bustone (Rieti)

Sulle orme di San Benedetto: il Monastero di San Benedetto o Sacro Speco (Subiaco)

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. Il Ristorante Vittorio Emanuele

Alla scoperta di Anagni, città dei Papi, del cibo e dell’arte. Tarsie Turri