Pizze speciali e birre artigianali da Caruso: grande successo a Bologna per la serata del 7 luglio


Ristorante Pizzeria Caruso


Lo scorso 7 luglio 2014 a Bologna in via del Parco -

 

Un binomio apparentemente scontato quello fra pizza e birra, direi uno dei più comuni e collaudati al mondo, che pochi si sognerebbero di mettere in discussione. Quando però le pizze sono realizzate con farine particolari e farcite con ingredienti ben selezionati, a volte insoliti, e le birre provengono da produzioni artigianali, allora l’abbinamento sembra meno ovvio e banale.

 

 E’ quello che è accaduto lo scorso 7 luglio alla Pizzeria Caruso di Bologna, quando i titolari Nicola e Salvatore, nel solco del percorso enogastronomico già intrapreso negli ultimi appuntamenti, hanno per l’appunto proposto una serata a base di birre artigianali e pizze “speciali”.

 

Protagoniste, con l’eccezione dell’aperitivo in cui è stata servita una rara Heineken Extra Cold a bassa fermentazione, sono state le birre del Birrificio Doppio Malto, nato a Erba, provincia di Como, dalla passione di Alessandro Campanini e che già nel proprio nome lascia intuire una doppia identità di birrificio artigianale e di pub-pizzeria-ristorante dai cui tavoli i commensali possono assistere in diretta alla produzione della birra.


 

Una passione che Alessandro, nativo di Reggio Emilia da una famiglia dedita alla cucina (sua nonna era cuoca al Teatro Sociale di Reggio) e con un background da odontotecnico, ha trasformato gradualmente in professione andando a imparare le tecniche brassicole addirittura in Canada.

 

Nel menù sono state inserite le migliori creature del Birrificio, già vincitrici di numerose competizioni come il Beer Challenge di Londra e l’European Beer Star di Stoccarda, presentate in diretta dal produttore in persona e abbinate ognuna a una pizza diversa: “Oak Pils” a bassa fermentazione con pizza saracena alla mozzarella di bufala, “Brass Weisse” ad alta fermentazione con pizza al farro alle verdure grigliate, “Stone Ale” ad alta fermentazione con pizza al kamut alla Parmigiana e “Bitterland” ad alta fermentazione con pizza al tagliere dall’impasto lievitato 48 ore e farcita con Mozzarella di Bufala, salsiccia e friarielli.

 

Alla fine della serata, cui ha preso parte circa un centinaio di persone, è stato inoltre sorteggiato fra i partecipanti un buono valido per un pranzo o una cena per due persone presso il Birrificio Doppio Malto. 



di Gabriele Orsi