A Bologna il turismo inquina meno con i nuovi bus Euro 6 di Saca


SACA - Servizi di Autonoleggio con Autista - Divisione Saca Bus


Da aprile 2014 nelle province di Bologna, Modena e Reggio Emilia -

 

Da ora il tursimo sotto le Due Torri non sarà soltanto più presente (si spera) e più qualificato, ma avrà anche un impatto ambientale ridotto.

 

Merito di Saca, la cooperativa leader nel trasporto pubblico locale attiva a Bologna e in Emilia-Romagna dal 1972 con oltre 10 milioni di chilometri di servizi, più di 200 soci, 350 dipendenti e un fatturato aggregato di oltre 36 milioni che, fedele alla propria filosofia aziendale dove si coniugano sicurezza e rispetto della natura, ha deciso di aggiornare in questo senso il proprio parco macchine.

 

Da aprile infatti questo si arricchisce di dieci, nuovissimi e modernissimi bus gran turismo Euro 6 a “inquinamento zero”, che saranno operativi nei territori di Bologna, Modena e Reggio Emilia, acquistati per un totale di 3 milioni di euro dalla società tedesca Man Truck & Bus, garantendo così ai propri clienti non soltanto un servizio di prim’ordine – i mezzi sono lussuosamente rifiniti ed equipaggiati – ma anche maggiore sicurezza e aria più pulita.


 

«Questi pullman – spiega Federico Forchielli, presidente di Saca – rispettano le normative ambientali più avanzate, quelle entrate in vigore all’inizio dell’anno, e sinora siamo gli unici in regione ad esserci dotati di questi mezzi dell’ultima generazione. Da sempre quella ecologica è vocazione di Saca, come testimoniato negli anni dall’utilizzo di bus elettrici nei collegamenti fra Bologna e i centri commerciali di Casalecchio o dei veicoli a trazione elettrica o bimodale impiegati nel servizio trasporto merci tr@nsitpoint».

 

«Dal punto di vista ambientale – aggiunge il direttore marketing Alessandro Smania – Man Truck & Bus è leader a livello mondiale nel settore del trasporto pubblico e privato e offre una gamma completa di veicoli con motorizzazioni efficienti ed ecologicamente avanzate, tra cui sistemi alternativi come idrogeno, metano e ibrido-elettrico. Il che si traduce in standard qualitativi altissimi, elevata affidabilità e sicurezza attiva e passiva grazie ai dispositivi più moderni».

 

«Con questi dieci nuovissimi mezzi – conclude il presidente Forchielli – Saca arricchisce ulteriormente la propria ampia flotta composta oggi da 70 vetture, 120 autobus e pulmini e 60 automezzi per il trasporto merci, tutti con un’età media molto bassa e pertanto assai affidabili. Grazie al nostro spirito imprenditoriale e mutualistico siamo in grado di rispondere con puntualità e professionalità alle molteplici esigenze di mobilità della clientela, dal trasporto pubblico locale alla movimentazione di merci al noleggio per uso turistico». 



di Gabriele Orsi