Sapere di mangiare per guadagnare salute: prosegue la campagna di Ascom Bologna per una sana alimentazione


Confcommercio Ascom Bologna


Da novembre 2013 a Bologna e provincia -

 

Questa volta sarà un opuscolo illustrato e d’immediata consultazione realizzato dalle Federazioni alimentari di Confcommercio Ascom Bologna, grazie al contributo della Camera di Commercio di Bologna, a promuovere il percorso d’informazione e sensibilizzazione, ideato e sviluppato già da alcuni anni, e rivolto all’alimentazione, al benessere e alla salute. La pubblicazione, stampata in 10mila copie, sarà distribuita gratuitamente ai consumatori attraverso le seicento attività commerciali – panificatori, alimentaristi, macellai ed erboristi – aderenti a Confcommercio di Bologna e provincia.

 

La campagna “Sapere di Mangiare per guadagnare salute” rivolta al pubblico e realizzata in collaborazione con l’Asl di Bologna Unità Operativa Igiene Alimenti e Nutrizione ha coinvolto, dal 2011, oltre duecento negozianti sul territorio di Bologna e provincia che hanno distribuito ai loro clienti materiale informativo sul tema dell’educazione e sensibilizzazione alimentare appositamente redatto per la campagna d’informazione.


 

Schede informative sulla frutta e verdura di stagione, opuscoli sulle regole della forma fisica, sulla conservazione degli alimenti, sulle componenti organolettiche della carne, del pane, sulle spezie, sulle ricette tradizionali del nostro territorio, dei nostri piatti tipici hanno ampiamente illustrato questo percorso sull’alimentazione.

 

«La nostra associazione – spiega Giancarlo Tonelli, direttore generale di Confcommercio Ascom Bologna – si impegna a valorizzare il territorio e il tessuto commerciale bolognese anche attraverso la promozione dei prodotti alimentari tradizionali. Per questo motivo abbiamo realizzato un opuscolo informativo che illustrasse ai consumatori i temi dell’educazione e della prevenzione alimentare attraverso i progetti, i prodotti e le ricette sviluppati dalle nostre Federazioni alimentari. Questa pubblicazione desidera offrire una chiara e corretta visione d’insieme riguardo la qualità dei prodotti, il valore delle ricette della nostra tradizione nel rispetto di un percorso nutrizionale corretto, oltre a informare e accompagnare il consumatore nelle scelte dei suoi acquisti offrendogli servizi e piatti adeguati alle sue esigenze di gusto e consumo equilibrato, risultato di un processo di scelta delle migliori materie prime offerte dal territorio».

 

«Da molti anni – aggiunge Valentino Di Pisa, presidente di Fedagromercati Acmo Bologna e vicepresidente di Confcommercio Ascom Bologna – siamo impegnati nella promozione di progetti rivolti all’educazione alimentare perché crediamo fermamente che l’orientamento dei consumi sia indispensabile per far emergere nei consumatori quell’adeguata consapevolezza in grado di dirigere le scelte d’acquisto e di consumo dei prodotti alimentari. Attraverso le iniziative che proponiamo ci poniamo l’obiettivo di stimolare l’interesse dei consumatori specialmente di quelli più giovani verso una maggiore conoscenza dei prodotti agricoli e agroalimentari e della buona alimentazione in generale».

 

«Oggi più che mai – sostiene Francesco Mafaro, presidente dell’Associazione Panificatori Bologna – si avverte una diffusa necessità e interesse a riscoprire il piacere di gustare eoffrire un prodotto unico e sano che sia la fusione di passione, qualità e professionalità. La nostra associazione ha in corso da alcuni anni un intenso programma di informazione, formazione e iniziative dimostrative sul territorio volto a promuovere i temi legati a una sana alimentazione, ai prodotti di qualità, alla storia e alla tradizione dei prodotti locali».

 

«Il ruolo del macellaio, in questi ultimi tempi – afferma Stefano Casella, presidente di Federcarni Bologna – si è orientato sempre più a informare la clientela sui valori alimentari della carne oltre che a proporre piatti sani, equilibrati a livello nutrizionale e adatti alle esigenze della clientela. Oggi il compito della nostra categoria va in questa direzione perché prestando attenzione e conoscendo tutta la filiera della carne, dalla produzione, alla lavorazione e fino alla vendita, abbiamo la possibilità di proporre al consumatore prodotti di qualità, sani e anche piatti da cucinare con valori nutrizionali equilibrati».

 

«La nostra federazione di categoria – rincara Marinella Degli Esposti, presidente della Federazione Dettaglianti Alimentari di Bologna – si impegna, quotidianamente, a portare sulle tavole dei consumatori alimenti di ottima qualità, sicuri e legati sempre più al territorio. La pubblicazione è la sintesi di quanto fatto nel corso degli ultimi anni riguardo l’informazione alimentare grazie alla presenza nei negozi di una dietista dell’Azienda Sanitaria Locale che riscosse molto interesse e registrò una grande affluenza di pubblico».

 

«Grazie alla nostra rete di attività – conclude Gisella Tagliavini, presidente della Federazione Erboristi di Bologna – ho la possibilità di contribuire alla divulgazione della tradizione erboristica italiana e non solo, anche perché possiamo parlare di benessere e salute legati all’alimentazione. E' importante trasmettere ai consumatori il messaggio fondamentale del vero erborista e cioè che tutte le piante possiedono una loro funzione e che solo un professionista sa come utilizzarle, in quali casi e in quali dosi». 



di Gabriele Orsi