"Blue Sea Land" a Mazara del Vallo: Rancio di Bordo e menu storici delle navi della Regia Marina


Marina Militare Italiana



E' stata una conferenza che di fatto ha concluso la manifestazione Blue Sea Land 2013 di Mazara del Vallo quella condotta dal Comandante di Vascello della Marina Militare Alessandro Pini.

 

E’ una storia lunga oltre 3000 anni quella dei ranci di bordo della marineria del Mediterraneo che va ben oltre la semplice alimentazione del navigante; è un appassionante racconto che ha inchiodato i presenti alla loro poltrona per 90 minuti.

 

Parlando di Sumeri, Egizi, Fenici Greci, Romani, Vichinghi, di Medioevo, delle Repubbliche Marinare, di grandi navigatori come Cristoforo Colombo e l’Ammiraglio Nelson, della Marina Pontificia, poi della Regia Marina e della Marina Militare fino ai giorni odierni, il relatore ha tracciato un percorso della marineria attraverso la consumazione dei ranci di bordo, degli approvvigionamenti dei cibi, della loro conservazione, delle gravi malattie come scorbùto e pellagra dovuti a carenze vitaminiche, allora sconosciute, causate da scompensi alimentari.


 

Alcune abitudini di bordo restano.

Dai tempi di fondazione della Regia Marina italiana, nel 1848, si è istituito sulle navi un tradizionale rito prima della somministrazione del rancio all’equipaggio: il comandante infatti ancora oggi verifica personalmente la qualità delle preparazioni approvandole solo se soddisfacenti.

 

Il termine rancio, contrariamente a come può apparire, non è sinonimo di limitazione o semplicità, ma deriva dal consumare il pasto in compagnia.

 

Sulle navi della Regia Marina, lo testimoniano le numerose tavole allestite in una mostra che riportano menu, ricette e immagini dell’epoca, si consumavano pasti raffinati accompagnati da vini e liquori di importanti produttori alcuni dei quali sono ancora in piena attività.

 

La conferenza e la manifestazione si sono concluse con un buffet fatto realizzare dal Comandante Pini sulla base delle ricette di uno storico menu di bordo: bruschette con sautée di cozze, spaghetti con vongole, pesce spatola al forno, bavarese con croccantini: abbinamenti a vini del territorio.

Alla serata hanno partecipato, fra gli ospiti, numerose autorità italiane ed estere.



di Stefano Bugamelli