Il Fabbisogno calorico





Il fabbisogno calorico di cui il corpo umano o animale ha bisogno rappresenta la quantità di kcal che gli servono che verranno bruciate per produrre l’energia necessaria al suo corretto funzionamento.

 

La complessità del “sistema” è tale che immettendo all’interno dell’organismo una quantità più elevata del fabbisogno calorico, la parte eccedente viene in piccolissima parte espulsa e nella maggior parte trasformata in grassi e trattenuta in alcune parti del corpo.

 

Il fabbisogno calorico quotidiano della “macchina uomo” dipende da tre fattori: il “metabolismo basale”, la “termogenesi” indotta dagli alimenti e l’attività fisica svolta.


Il primo, che incide in una percentuale tra il 60 e il 70%, rappresenta la quantità di energia impiegata in condizioni normali, è più alto negli uomini rispetto alle donne e cala con l'età; la seconda, che incide per un 10% circa, rappresenta l'energia spesa dall'organismo per digerire, assorbire ed utilizzare il cibo introdotto con la dieta; la terza, con una percentuale variabile a seconda del tipo di vita, è relativa ad ogni movimento del corpo indotto dai muscoli scheletrici in grado di dare luogo ad una spesa energetica eccedente rispetto alla condizione di riposo.



Per mantenere il proprio peso forma è quindi essenziale conoscere il fabbisogno calorico giornaliero del nostro organismo, che può essere calcolato tenendo presenti diversi fattori quali età, sesso, peso, altezza e attività svolta.


 

Anche il fumo ha una forte influenza sulla termogenesi, così come il the, il caffè, gli alcolici, il cacao, la cola ed alcune spezie, oltre che il freddo.

 

fabbisogno-calorico

 

Il calcolo del fabbisogno energetico di un individuo è abbastanza semplice; ad esempio una persona di circa 60 anni che lavora in ufficio, con un peso sui 90 kg ed un’altezza di 182 cm, non fumatore, con un indice di massa corporea pari a 28,8, non più abituata a fare sport, ma che comunque in una settimana percorre molti chilometri a piedi in camminate più o meno impegnative e lunghe; il suo apporto calorico ammonta a 3240 kcal, ma dovrebbe pesare sui 75 kg e quindi avrebbe un bisogno di un apporto calorico quotidiano decisamente inferiore.


Il suo peso è eccessivo rispetto alla sua statura, quindi potrebbe essere soggetto al rischio di contrarre alcune malattie, come il diabete e patologie cardiovascolari.

 

In un caso del genere la perdita di qualche chilo è necessaria, anche per non andare incontro ad altri fattori di rischio come l’ipercolesterolemia e l’ipertensione.

 

Un’alimentazione equilibrata ed un incremento dell’attività fisica, soprattutto aerobica, potrebbe aiutare; infatti il nostro corpo ha necessità di inglobare quotidianamente il 15% di proteine, il 30% di grassi ed il 55% di carboidrati i quali, nell’esempio sopra riportato, si traducono rispettivamente in 120 grammi di proteine che forniscono 490 Kcal; 110 grammi di grassi che producono 970 kcal e 450 grammi di carboidrati che forniscono al corpo 1780 kcal.

 

I cibi che si andranno a scegliere per una dieta devono naturalmente essere ricchi anche dei sali minerali necessari e delle principali vitamine, tutti elementi utili per sostenere il corpo nelle sue funzioni vitali anche durante la dieta.



di Redazione 35