Giovedì con Stefano Bugamelli: L’Olio di Argan, benessere e salute dall’Argania Spinosa


Stefano Bugamelli


L’Olio di Argan è un autentico toccasana per il benessere della persona.
E’ conosciuto principalmente per le sue peculiarità benefiche che riguardano la cura della pelle e dei capelli, meno per l’utilizzo in cucina.

 

L’Unesco ha definito, nel 1998, “Riserva della Biosfera” la foresta di migliaia di alberi nella pianura del Souss, ai piedi della catena montuosa dell’Atlante in Marocco.
L’Argania Spinosa alta fino a 10 metri, è la pianta che produce i frutti che contengono i semi dai quali si ottiene il prezioso olio.

 

Le cooperative femminili compongono gran parte dei 3 milioni di addetti in questo settore di attività, molte delle quali lavorano ancora manualmente le diverse fasi della filiera.

 

I frutti secchi vengono raccolti quando cadono a terra nel periodo di giugno-luglio e poi trasportati in sacchi nei laboratori; i frutti, che hanno la dimensione di piccole prugne, sono aperti per mettere alla luce i noccioli, i gusci vengono rotti con un martelletto per ottenerne i semi simili a quelli delle mandorle.

 

A questo punto inizia immediatamente il lavoro di molitura: le mandorle sono immesse in una piccola mola ad azione manuale e macinate finemente con l’aggiunta di piccole quantità di acqua per favorire l’ottenimento della pasta (Malaxage). Lo sfregamento di questa in piccole quantità, volta per volta con le mani, la separa dall’olio (se ne ottiene circa il 50%) che diventa già utilizzabile.

 

Da circa 100 kg di frutto secco, si ottengono circa 7,2Kg di noccioli, da cui derivano 6,5Kg di mandorle, da cui si ricavano circa 2 Kg di Olio di Argan. Da questo dato diventa comprensibile perché il suo costo finale appaia elevato.

 

Esiste anche un procedimento meccanico che consente di ottenere risultati di circa il 40% in più sul prodotto finale.

 

L'olio così prodotto viene in gran parte esportato per le elaborazioni finali e confezionamento ai fini cosmetici, farmacologici ed alimentari.

 

L’Olio di Argan contiene naturalmente elementi antiossidanti come tocoferoli e flavonoidi, elevata presenza di acido linoleico dalla capacità rigenerante, anti età, idratante, emolliente, contiene vitamina e, dona luminosità alla pelle e favorisce la cura in caso di dermatiti; molto apprezzato per i massaggi.

 

L’uso alimentare che le popolazioni berbere praticano da sempre porta notevoli benefici alla salute: grazie agli antiossidanti naturali vengono inibiti i radicali liberi e in medicina è impiegato contro malattie cardiovascolari ed eccessi di colesterolo. Dati epidemiologici indicano effetti positivi contro le neoplasie.

 

L’Olio di Argan per usi alimentari è ottenuto con gli stessi procedimenti, ma dopo avere tostato le mandorle, per questo il suo colore è più scuro e il sapore più marcato.

Deve essere utilizzato a crudo per non alterarne il gusto e le proprietà salutari: è indicato sul pane, per condire insalate e verdure e altri alimenti o come ingrediente per salse.
 




di Stefano Bugamelli




Non dimenticare di guardare anche...

L’altra Venezia: Laguna Veneta e Cavallino

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Melagrana, frutto funzionale per la salute della persona

Giovedì con Stefano Bugamelli: Apicoltori e Agricoltori per la salvaguardia dell’ambiente e della qualità

Giovedì con Stefano Bugamelli: lo stress della Vite fa bene al Vino

Giovedì con Stefano Bugamelli: Je suis Charlie

Giovedì con Stefano Bugamelli: Acqua a Bagnacavallo, la città del vino Burson

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Made in Italy è stile, gusto e tecnologia; ecco Fructae

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Spergola, vitigno autoctono di Scandiano

Giovedì con Stefano Bugamelli: "Santo Giorno" il formaggio brasiliano che parla bellunese

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Pignoletto, Vitigno e Vino autoctono dal successo assicurato

Giovedì con Stefano Bugamelli: Fiere e parcheggi di Bologna, qualcosa non va

Giovedì con Stefano Bugamelli: il Kiwi si rinnova con il tricolore

Giovedì con Stefano Bugamelli: Un Buon anno 2015, con Expo di Milano sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”

Giovedì con Stefano Bugamelli: "Duschbere", il Tortellino di Baku (Azerbaijan)

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Peperoncino, la spezia più amata

Giovedì con Stefano Bugamelli: “L’oro bianco di Pieve Roffeno”

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il professore di Bologna ci ha lasciati

Giovedì con Stefano Bugamelli: Che delizia la panna!!!

Giovedì con Stefano Bugamelli: DegustiBO strumento di qualità per la Comunità del Gusto bolognese

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Bottarga specialità della gastronomia sarda

Giovedì con Stefano Bugamelli: Viva le nonne per gli italiani a tavola!

Giovedì con Stefano Bugamelli: in Emilia Romagna è nato il Consorzio Regionale del Pignoletto

Giovedì con Stefano Bugamelli: Le Siepi di San Giovanni, nuovo polo agrituristico a Fontanelice (Bologna)

Giovedì con Stefano Bugamelli: Dromedari e Cammelli, una risorsa alimentare in più

Giovedì con Stefano Bugamelli: Stile Mediterraneo con i vini autoctoni di Emilia Romagna, Bulgaria e Grecia

Giovedì con Stefano Bugamelli: Sangiovese di Romagna, vino simbolo di un territorio

Giovedì con Stefano Bugamelli: “TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRVI È FALSO”

Giovedì con Stefano Bugamelli: il vino Torcolato di Breganze

Giovedì con Stefano Bugamelli: Un Buon Natale 2014 consapevole

Giovedì con Stefano Bugamelli: Merano Wine Festival, una marcia in più

Giovedì con Stefano Bugamelli: Dalla Sardegna il formaggio per chi soffre di colesterolo alto

Giovedì con Stefano Bugamelli: La Chiesa ha un nuovo Sommelier, Papa Bergoglio

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Noce, pianta per rinnovare l'agricoltura

Giovedì con Stefano Bugamelli: Le "Etichette" consultazione pubblica del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Giovedì con Stefano Bugamelli: Test positivo per il Pignoletto, vino dell'Emilia Romagna

Giovedì con Stefano Bugamelli: la carne equina, buona e discussa

Giovedì con Stefano Bugamelli: Magis, il manuale di sostenibilità che assicura un futuro migliore al vino italiano

Giovedì con Stefano Bugamelli: Sono troppo grassi i bambini italiani

Giovedì con Stefano Bugamelli: Storie di mare e di montagna al SANA 2014 a Bologna

Giovedì con Stefano Bugamelli: Il Panettone d’innovazione, grazie Dario!

Giovedì con Stefano Bugamelli: Gusto e benessere dagli agrumi

Giovedì con Stefano Bugamelli: Albana Dèi, la storia di un grande e antico vitigno prosegue