Bologna: i produttori dell'ortofrutta testimonial dell'alta qualità di Naturitalia


Naturitalia


Saranno affiancati dalla mascotte virtuale Gigi Filare -

 

L'alta qualità dell'ortofrutta Naturitalia nasce in campagna e, grazie alle più moderne tecniche di lavorazione e conservazione, arriva inalterata sulle tavole di milioni di consumatori, sia italiani che stranieri. Da oggi i plus di questi prodotti saranno promossi in primis proprio dagli agricoltori – rappresentati in conferenza dai due testimonial Costantino Pellati e Ramona Bandini – che incontreranno i consumatori nell'area ortofrutta dei punti vendita della grande distribuzione per rispondere alle loro domande e per trasmettere agli stessi i concetti di naturalità, trasparenza e vicinanza.

 

Questo il focus della nuova campagna di comunicazione di Naturitalia, "Passioni radicate", ideata per far emergere il valore della produzione agricola: tutto ciò attraverso la testimonianza diretta e appassionata dei produttori, cuore di un sistema integrato di aziende agricole specializzate nella produzione di frutta e ortaggi che vanta nella propria compagine associativa alcune delle realtà italiane più rappresentative del settore.


 

«Siamo partiti da alcune valutazioni di carattere generale – precisa il responsabile marketing, Augusto Renella – sta infatti cambiando il comportamento di acquisto del consumatore che compra meno, cambia luogo di acquisto e segue le offerte alla ricerca della migliore offerta disponibile sul mercato. Ma è anche un consumatore che dedica maggiore tempo agli acquisti di alimentari e soprattutto più desideroso di essere informato, di fare una spesa consapevole. In tale contesto ci siamo posti l'obiettivo di riformulare l'offerta dei nostri prodotti partendo dal produttore, cuore pulsante del nostro sistema. Chi infatti meglio dei nostri produttori può raccontare ai consumatori la passione ed i valori legati al prodotto? Abbiamo quindi deciso di far emergere i valori della nostra produzione e di fare nel contempo anche una operazione di trasparenza "mettendoci la faccia" e andando in prima linea a dialogare con il consumatore. Qualcosa di nuovo per il nostro settore, una sfida che ci siamo posti ponendoci degli obiettivi precisi: oltre ad aumentare le vendite, creare momenti di incontro fra produzione e consumo e trasmettere i valori del nostro sistema come fiducia e competenza. Proporremo delle ambientazioni che generino traffico nel reparto ortofrutta animando i punti vendita con i nostri agricoltori».

 

«I nostri produttori “testimonial”, che stiamo selezionando e formando – precisa Renella – saranno poi “affiancati” in questo impegno da un personaggio di fantasia creato appositamente per l'occasione, ovvero Gigi Filare, simpatica icona della campagna. Un personaggio di fantasia che appare con aria dispettosa e birbantella dietro un frutto stilizzato, sempre pronto a dare spiegazioni ai consumatori. Gigi Filare sarà presente in tutti i materiali di comunicazione e c'è anche un sito web dedicato con tutte le informazioni sulla campagna, con un focus dedicato sui prodotti e sui produttori. Sarà la nostra mascotte nella comunicazione di Naturitalia perché rappresenta la nostra identità di essere una organizzazione di produttori».

 

L'avvio delle prime azioni promozionali rivolte ai consumatori vedrà il coinvolgimento di numerosi punti vendita della Distribuzione Organizzata, concentrati prevalentemente nei grandi centri urbani del Nord Italia e in alcune importanti località turistiche. La prima fase del progetto si concentrerà sui prodotti più tipicamente estivi, vale a dire pesche e nettarine, mentre nella stagione autunnale e invernale i protagonisti della innovativa campagna di comunicazione saranno altri prodotti di punta dell'ampia gamma Naturitalia, cioè pere, kiwi e patate.

 

«Oltre alle iniziative in programma presso i punti vendita della distribuzione organizzata – conclude Renella – il nuovo progetto di comunicazione prevede anche un'articolata presenza sulle principali riviste del trade».

 

«Abbiamo scelto un percorso scomodo e complesso – esordisce Gabriele Ferri, direttore generale – ma abbiamo ritenuto che sul mercato nazionale servisse qualcosa di nuovo che modificasse gli schemi. Per questo abbiamo deciso di portare il produttore in campo, per raccontare meglio la filiera, quali sono i sacrifici, la dedizione, la passione necessaria per realizzare i nostri prodotti. Le prime attività le portiamo avanti quindi sul mercato nazionale, un mercato maturo che andava spinto e innovato. Poi però probabilmente, nel prossimo futuro, faremo fare qualche corso di lingue al nostro Gigi Filare e magari ci accompagnerà anche sul mercato asiatico dove con prodotti come kiwi, pere e mele stiamo facendo attività molto interessanti».

 

«Siamo all'inizio del percorso – precisa Ferri – dopo il lancio ufficiale presenteremo il progetto alle catene della grande distribuzione per cercare di dimostrare che le private label non sono l'unica strada per portare tranquillità al consumatore. Riteniamo infatti che la faccia del produttore sia altrettanto importante. Credo che fare un buon prodotto trasformato, come un buon cioccolatino, sia relativamente semplice mentre all'opposto fare un prodotto ortofrutticolo fresco con il giusto aspetto, salubrità e sapore è sicuramente molto più complesso: ed è proprio questo che chiederemo ai produttori di raccontare al consumatore, la loro passione radicata. Ci aspettiamo di colpire nel segno e di ottenere una maggiore fidelizzazione del consumatore». 



di Gabriele Orsi