Il vulcano Etna iscritto nella World Heritage list dell’Unesco come patrimonio dell’umanità


Provincia di Catania – Turismo


Nuovo riconoscimento per l’Italia da parte della World Heritage list dell’Unesco: il monte Etna diventa patrimonio dell’umanità. Il nostro “Mongibello” diventa il 48esimo sito italiano a ricevere il l’autorevole riconoscimento dell’agenzia Onu portando così il nostro Paese ai primi posti della prestigiosa lista.

 

La proposta di inserimento, avanzata qualche mese fa, è stata confermata dalla riunione annuale del comitato tenutasi quest’anno a Phnom Penh in Cambogia. “La sua notorietà, la sua importanza scientifica e i suoi valori culturali e pedagogici sono d'importanza mondiale” si legge nella motivazione.

 

Uno dei vulcani “più emblematici e attivi del mondo” del quale storici e geografi, viaggiatori e uomini di cultura parlano da 2.700 anni “I crateri, le ceneri, le colate di lava le grotte di lava e la depressione della valle del Bove fanno del monte Etna una destinazione privilegiata per la ricerca e l'educazione”.


 

La zona classificata come patrimonio mondiale fa parte del Parco dell'Etna creato nel 1987. Il Ministero dell'Ambiente ha definito l'inserimento nella lista Unesco del vulcano come “un risultato importante che riconosce l'unicità del patrimonio naturale italiano, il valore delle politiche nazionali di conservazione e il lavoro svolto negli ultimi anni dal Parco dell'Etna e dal Ministero dell'Ambiente, che nel gennaio 2012 ne ha patrocinato la candidatura”.



di Marco Blanco




Non dimenticare di guardare anche...

L’Etna, un mondo di terra, aria, fuoco e acqua