Adottare una vite? Si può, grazie alla “Strada del vino Soave”


Domenica 26 maggio 2013 si tiene la 21^ edizione di Cantine Aperte, evento organizzato dal Movimento Turismo del Vino per far scoprire ai wine lover i territori vinicoli d'Italia.

 

Tra questi, a pochi chilometri da Verona, c'è la Strada del vino Soave, un giardino vitato di 6 mila e 600 ettari dedicato alla produzione di Soave, vino bianco fresco e profumato ottenuto dal vitigno di Garganega, i cui filari, da due anni a questa parte si possono  anche "adottare" nelle cantine socie della Strada del vino Soave.

 

Il progetto "Adotta una Garganega", voluto dalla Strada del vino Soave per valorizzare il territorio nel suo complesso, dà la possibilità di adottare un minimo di 50 viti di Garganega al costo di 100 euro all'anno. In cambio, il vignaiolo adottivo, aggiornato ogni mese con notizie sui lavori in vigna, riceverà 12 bottiglie di vino Soave Doc all'anno. Bottiglie che, a richiesta, possono essere personalizzate nell'etichetta, diventando così anche un originale regalo da fare agli amici.


 

Le bottiglie possono essere ritirate direttamente dal produttore, in modo da conoscere l’ambiente in cui nasce il vino e le persone che lo producono, come ad esempio faranno domenica 26 maggio prossimo coloro che hanno adottato i filari presso l'azienda agricola Vicentini Agostino di Colognola ai Colli.

 

Per Cantine Aperte, oltre ad aprire le porte agli adottanti per il ritiro delle bottiglie di Soave, tra una degustazione e l'altra (orario ore 10 -18, costo 5 euro per cauzione bicchiere), la famiglia Vicentini accompagnerà i visitatori nei propri vigneti e campi di ciliegi di Mora di Cazzano, pregiata ciliegia veronese.

 

Il progetto "Adotta una Garganega" prevede, dopo il secondo anno consecutivo d'adozione, che il nome del vignaiolo adottivo venga affisso sul palo di testa del filare adottato, come gli enoappassionati potranno osservare passeggiando tra i vigneti dell'azienda agricola Corte Moschina di Roncà, altra cantina aperta all'adozione di vigne, e che per Cantine Aperte proporrà  degustazioni di vini in abbinamento ai prodotti tipici (orario 10-18, costo 5 euro a persona più 3 euro di cauzione bicchiere).

 

Tra le 13 aziende socie della Strada che hanno reso "adottabili" i vigneti c'è anche l'azienda agricola Ca’ Rugate di Montecchia di Crosara, nel cui chiostro ospiterà per Cantine Aperte la Compagnia del Sipario Medievale che metterà in scena la fiera delle antiche arti e mestieri.

 

A far da cornice alla performance artistica gustose isole gastronomiche dove assaggiare vini e prelibatezze locali (orario 10 -19, costo degustazione 7 euro a persona con visita cantina, 13 euro a persona con antipasto, primo e secondo piatto). 



di Valeria Ferrari