Aidone (Enna): Concorso Regionale “Morgantìnon” degli Oli Extravergini d’Oliva Siciliani 2013


Pubbliche Relazioni


Giovedì 9 Maggio ad Aidone (Enna) si è conclusa l'edizione 2013 del Concorso Regionale “Morgantìnon” degli oli extravergini d’oliva Siciliani, realizzato dall’ESA  (Ente di Sviluppo Agricolo) in collaborazione con la Provincia Regionale di Enna, la Camera di Commercio di Enna, il Comune di Aidone, l’Assessorato Risorse agricole e alimentari e il Parco Archeologico Morgantina-Aidone; evento che ha riscosso grande partecipazione di produttori, operatori economici e istituzioni e che ha previsto una tavola rotonda condotta da Bruno Gambacorta, inviato speciale del TG2, dal titolo “Gli oli Siciliani: ambiente, cultura, economia” svoltasi presso il Museo Archeologico Regionale di Aidone.
 
 
E’ emersa l’esigenza di di fare rete tra le istituzioni pubbliche e le imprese private, unendo all’interesse culturale-paesaggistico, che proprio in questo territorio si concentra tra la Dea di Morgantina, la Villa Romana del Casale, Morgantina e il paesaggio naturale, lo sviluppo organizzativo di tutte le risorse disponibili; il concetto di avviare reti e partenariati deve avere lo scopo di preparare i territori, imprese ed istituzioni al dialogo su un piano di miglioramento continuo della qualità, del valore storico culturale, paesaggistico e socio-economico.
 
 
I protagonisti della tavola rotonda: Arch. Enrico Caruso Direttore del Parco Archeologico Morgantina – Aidone, Dott.ssa Mariella Alì Responsabile dello Sprint Sicilia Orientale, Prof. Tiziano Caruso dell’Università degli Studi di Palermo, Prof. Giuseppe La Rosa dell’Università degli Studi di Catania; ai lavori ha preso parte il neo commissario straordinario dell’ESA On.le Francesco Calanna, che appena insediato nelle sue conclusioni ha reso i ringraziamenti anche alle imprese che in questi anni stanno sempre più numerose partecipando al Concorso Morgantìnon, permettendo all’ESA di offrire assistenza allo sviluppo dell’agricoltura e dell’olivicoltura
 
 
La cerimonia di premiazione ha vissuto momenti di grande emozione anche per il suggestivo contesto in cui si è svolta, grazie ai preziosissimi reperti archeologici custoditi nel Museo di Aidone che hanno fatto da cornice e le bottiglie degli oli premiati, esposti in bella mostra, diventati, per un giorno, essi stessi pezzi di “archeologia”.
 
 
Un’importante collaborazione è stata quella con lo sportello per la Sicilia orientale dello Sprint al fine di avviare un percorso di internazionalizzazione nelle pmi (piccole e medie imprese) e l’Istituto Statale “Federico II” di Enna, che in questi anni ha avviato una collaborazione tecnico-didattica che offre agli allievi una concreta applicazione delle competenze .
 
 
Il Sindaco di Aidone Filippo Gangi ha annunciato che il prossimo ottobre i campioni delle bottiglie dei vincitori di questa edizione del concorso, saranno in esposizione presso l’Istituto di Cultura Italiana di Tokyo.
 
 




di Laura Margheritino