Aceto Balsamico di Modena e Reggio Emilia: l'oro nero





di Leonardo Felician -

 

L’Aceto e il Condimento balsamico sono una ricchezza dell’Emilia: tra le province di Reggio Emilia e di Modena sono presenti diverse piccole aziende che preparano prodotti di qualità spesso esportati anche all’estero. Denominatore comune è la qualità e il rispetto di una tradizione antica ricordata con orgoglio...

 


Oltre ad essere un condimento ideale sulle verdure, l’Aceto Balsamico è molto versatile e può essere utilizzato in cucina dall’antipasto al dessert in funzione del suo tempo di invecchiamento che determina la consistenza più o meno cremosa e il rapporto tra acidità e dolcezza.

 

A Magreta nel modenese, l’Acetaia Leonardi produce nel rispetto di una tradizione che data da 4 generazioni. L'azienda agricola ha origini nel ‘700, ma è dalla seconda metà dell' 800 che si dedica esclusivamente alla produzione di aceto balsamico di qualità, utilizzando le proprie materie prime.


 

Estesa su 10 ettari di terreno coltivato a vigneto, prevalentemente Trebbiano di Modena a bacca bianca) e Lambrusco di Sorbara, Castelvetro e Ancellotta a bacca rossa, produce a filiera corta, poiché tutte le fasi di lavorazione avvengono sul luogo di raccolta. L’azienda organizza visite e degustazioni su prenotazione.

 

Situata nel cuore delle colline reggiane a Castellarano, l’Acetaia Astrology offre anche una linea di olio extravergine di oliva accanto alla produzione di aceto balsamico tradizionale, Aceto Balsamico invecchiato e creme al balsamico.

 

Produce anche i Balsamini, praline di cioccolato fondente con cuore di crema al balsamico ai gusti di albicocca, limone, amarena, frutti di bosco e classico, realizzate in collaborazione con Valter Tagliazzucchi, uno dei cinque ambasciatori del cioccolato italiano nel mondo.

 

Astrology ha realizzato quest’anno anche un condimento balsamico sigillo argento e sigillo oro denominato “Ricordi”, che si rifà alla tradizione artigianale e ai sapori di una volta. Il sigillo argento, più giovane, è adatto a insalate, pinzimoni, carpacci e crostacei, mentre il sigillo oro si presta sia all’uso su cibi cotti da servire caldi, formaggi, filetto di manzo e anche per esaltare il sapore di gelati e macedonie.



di Redazione 2