Successo del "Pizza World Show" 2013 di Parma: eletto il Pizzaiolo Campione del Mondo


Pizza World Show


Soddisfazione di Fiere di Parma e degli organizzatori del Campionato Mondiale della Pizza che annunciano la seconda edizione nel 2014

 

Circa 20.000 visitatori, un centinaio di espositori, sono questi i numeri del Pizza World Show, il nuovo appuntamento ideato nella Food Valley da Fiere di Parma in collaborazione con il Campionato Mondiale della Pizza, che ha chiuso ieri la sua prima edizione, eleggendo i pizzaioli campioni del mondo.

 

E’ di Varese il campione mondiale della pizza, Leone Coppola, pizzaiolo alla “Vecchia Ottocento” (Gavirate). Si aggiudica il podio per la categoria “Pizza in teglia” invece Laura Meyer di San Francisco mentre Mara Mancosu di Milano conquista il trofeo Heinz Beck a conferma dell’avanzata delle “quote rosa” anche in un settore tradizionalmente al maschile.

 

I campioni sono stati premiati da Emanuele Filiberto, che ha così commentato: "Sono stato molto felice di poter partecipare al Campionato Mondiale della Pizza. Un evento internazionale che ha celebrato l'importanza del piatto italiano più amato al mondo che la storia lega alla mia trisavola Margherita Prima Regina dell'Italia Unita a cui la Pizza Margherita fu dedicata nel 1889. E' anche un momento importante in cui va giustamente riconosciuta l'importanza della pizza e del suo indotto nel sistema economico italiano e all'estero. Un settore che andrebbe più valorizzato e sostenuto."


 

Pizza Word Show è una kermesse interamente dedicata alla filiera della pizza che ha voluto rappresentare non tanto un contenitore espositivo e supporto degli operatori, quanto un vero e proprio aggregatore del sistema delle imprese agevolando le relazioni e la generazione di nuove idee anche in un’ottica di internazionalizzazione

.

Le importanti sinergie con Associazione Verace Pizza Napoletana, il Consorzio della mozzarella di bufala Campana Dop e del pomodoro San Marzano, Fipe e Pizza Expo di Las Vegas, hanno poi contribuito a dare alla manifestazione una spinta ancor più forte sia nella direzione della valorizzazione del piatto partenopeo e delle eccellenze italiane, per poterle trasformare in cultura e ricchezza nel mondo, sia nel supportare le imprese italiane a trovare quel sentiero di crescita nell’export di cui il Paese ha fortemente bisogno.

 

Grazie infatti all’attività di scouting svolta a marzo a Las Vegas dal quartier generale di Fiere di Parma, in occasione di una delle più importanti kermesse d’ oltreoceano che riunisce ogni anno più di 10.000 professionisti e 1.000 espositori del settore, sono arrivati nella Food Valley importanti buyer stranieri che, a detta degli stessi espositori del Pizza World Show, rappresentano il pubblico profilato ideale in un’ottica di business internazionale.



di Luisa Decò