Il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani di nuovo partner di Bocuse d’Or


Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani


 

A cura di  ANDREA DI BELLA

Quando il vino d’eccellenza incontra la gastronomia di prima qualità: il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani rinnova la collaborazione con il Bocuse d’Or, la più importante competizione delle Arti Gastronomiche al mondo, e sarà nel team dei supporter in occasione della tappa italiana che decreterà lo chef che accederà con il suo team alle fase europea dell’evento.

 

Il Piemonte si fa così portabandiera dell’eccellenza enogastronomica e per la prima volta, oltre alla Selezione Italiana, ospiterà a Torino anche la fase europea prevista a giugno 2018.

Bocuse d'Or

Da quest’anno l’Italia si avvale anche dell’Accademia Bocuse d’Or Italia, un progetto formativo nato ad Alba e presieduto dallo chef tristellato Enrico Crippa,  pensato per supportare il team verso le selezioni europee della competizione e la fase finale di Lione. Il vincitore della Selezione Italiana sarà infatti allenato, insieme al suo team, dallo stesso Enrico Crippa che fornirà l’adeguata preparazione tecnica ed organizzativa, formando la squadra per ottenere il prestigioso riconoscimento.



Il prossimo 1 ottobre Piazza Risorgimento ad Alba farà quindi da sfondo a questa imperdibile competizione culinaria e il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani non poteva che sposare ancora questo progetto all’insegna del Made in Italy enogastronomico, contribuendo a rafforzare l’imprescindibile lagame tra vino e cucina di altissima qualità in Italia e nel mondo.

 

I quattro chef candidati sono Paolo Griffa, Giuseppe Raciti, Martino Ruggieri e Roberta Zulian.

Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani: Dal 1934 Il Consorzio tutela i Marchi collettivi delle Denominazioni, svolge azione di vigilanza sui mercati, gestisce la politica delle Denominazioni e si occupa dei Disciplinari, promuove la conoscenza dei Vini ed il loro consumo consapevole valorizzando i territori d’origine, la storia millenaria e la capacità di interpretare il presente e il futuro con lo stile di ogni singola azienda ma nel rispetto delle tradizioni. È espressione di uomini e donne appassionatamente radicati nelle loro terre e dediti ad una viticoltura collinare d’eccellenza.
 



di Andrea Di Bella