Giornata Nazionale del Paesaggio. Franceschini sottoscrive il Piano Paesaggistico del Piemonte


MiBACT– Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo


 

A cura di  ANDREA DI BELLA

OLTRE 120 EVENTI IN TUTTA ITALIA E CONSEGNA DEL PREMIO PAESAGGIO ITALIANO

14 marzo 2017: prima edizione della  Giornata nazionale del Paesaggio.  Soprintendenze,  Archeologia, Belle Arti e Paesaggio aprono le porte ai cittadini con iniziative di sensibilizzazione e di riflessione sul tema, mentre i Musei del MiBACT propongono ai visitatori incontri e approfondimenti incentrati su opere delle collezioni che raffigurano paesaggi.


Le iniziative in programma si svolgono su gran parte del territorio nazionale. Si va da Paesaggi condivisi, una campagna social promossa dalla Soprintendenza de L’Aquila sul proprio profilo facebook, a L’Arte racconta il Paesaggio, con la visita al Giardino Inglese e ai suoi monumenti nella Reggia di Caserta. Giardini dipinti e pitture di paesaggio al Museo Nazionale Romano, con un percorso guidato gratuito alla scoperta delle tecniche di rappresentazione del paesaggio nell’arte romana, a Brera e il paesaggio, con una riflessione sul tema proposto ai visitatori della Pinacoteca Nazionale a Milano con l’esposizione di un’opera in cui il paesaggio sia al centro della creazione artistica, da Il tempo del paesaggio, con una mostra fotografica proposta dalla Soprintendenza di Cosenza, agli incontri Dall’immaginazione all’immagine, il paesaggio nel linguaggio cinematografico e Ridisegnare il paesaggio, l’arte ambientale in Toscana promossi dalla Soprintendenza di Siena.


Villa della Regina - Fonte Polo Museale del Piemonte

L’obiettivo è promuovere la cultura del paesaggio in tutte le sue forme e sensibilizzare i cittadini sui temi ad essa legati attraverso attività da realizzarsi sull’intero territorio nazionale che vedranno il concorso e la collaborazione delle Amministrazioni e delle istituzioni, pubbliche e private.


In attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio (D.M. n.457/2016) si richiama il Paesaggio quale valore identitario del Paese e si trasmette, soprattutto alle nuove generazioni, il messaggio che la tutela del Paesaggio e la memoria storica che ne deriva costituiscono valori culturali essenziali per uno sviluppo consapevole del territorio.


Le iniziative – Sono oltre centoventi gli eventi organizzati dagli istituti e luoghi culturali statali: in primis le Soprintendenze, le strutture MiBACT responsabili della tutela del paesaggio, promotrici di conferenze e convegni di studi destinati a professionisti, tecnici e studenti incentrati in particolare sul rapporto architettura, archeologia e paesaggio o sul “Confronto sulla tutela del paesaggio” (es. a Padova, a Roma e a Siena) così come su “la nuova disciplina paesaggistica del nuovo decreto di semplificazione” (a Verona).


Numerosissime le biblioteche e gli archivi che hanno messo in mostra carte geografiche e mappe per raccontare l’evoluzione delle città, mentre le aree archeologiche hanno pensato percorsi tematici specifici.


Il 14 marzo, nella sede del Ministero, si terrà la Cerimonia di Consegna dei riconoscimenti del Premio Paesaggio Italiano. Nell’occasione, il Ministro Dario Franceschini, insieme al presidente della regione Piemonte Sergio Chiamparino, sottoscriverà il Piano Paesaggistico del Piemonte.

GLI APPUNTAMENTI IN PIEMONTE

RACCONIGI

  • Castello. Sogni di paesaggi - Mostra. Il Castello di Racconigi partecipa alla prima Giornata nazionale del Paesaggio allestendo nel Salone d'Ercole una piccola, ma significativa, esposizione di dieci acquerelli, in prevalenza inediti, conservati nelle collezioni del Castello e realizzati intorno agli anni Venti del XIX secolo dalle principesse Maria Anna, Maria Teresa e Maria Cristina di Savoia, figlie di Vittorio Emanuele I e di Maria Teresa d'Asburgo d'Este. Gli acquerelli riproducono paesaggi di fantasia, animati dalla rara presenza di poche figure umane e sempre connotati dalla presenza di un fiume, sulle cui sponde si susseguono costruzioni rurali, capanne e mulini. Tutte le vedute si caratterizzano per una descrizione minuziosa della vegetazione e degli edifici, raggiungendo esiti complessivi di amena serenità. Le opere saranno esposte fino a domenica 19 marzo 2017

TORINO

  • Palazzo Chiablese. Il paesaggio piemontese: tutela e forme di rappresentazione - ConferenzaL’evento prevede conversazioni sul paesaggio con temi quali Verbania: un Museo per il paesaggio, Angelo Rescalli e il paesaggio valsusino, La descrizione del paesaggio: mappe e catasti dall’ Archivio di Stato di Torino, Il Piano Paesaggistico Regionale, per una nuova cultura del paesaggio
  • Villa della Regina. Alchimia tra arte e natura. La trasformazione del paesaggio in arte: la Villa della Regina - Visita guidata. Un itinerario alla scoperta di scorci e prospettive di un luogo di straordinaria rilevanza storico-artistica, ambientale e paesaggistica, dove la natura si riflette nell'arte adattandosi in reciproca simbiosi. La lettura di un paesaggio che nei secoli si trasforma, si adatta, si piega, rimodulandosi nel tempo a seguito di condizionamenti storici e culturali, riscattandosi infine dall'oblio e dal degrado. Una visita esplorativa come esperienza preziosa di conoscenza della storia di una residenza collinare della corte sabauda: la Villa della Regina

VERBANIA

  • Archivio di Stato. Salvaguardare e costruire il paesaggio - Mostra. La rappresentazione del Paesaggio locale tratta dai documenti iconografici dell'Archivio di Stato di Verbania.

 

 



di Andrea Di Bella