Una cena stellata firmata Bosca nelle cattedrali sotterranee Patrimonio Unesco di Canelli (Asti)


Cantine Bosca


 

A cura di  ANDREA DI BELLA

Sarà un week end di festa e di eventi quello organizzato da Bosca per festeggiare i primi due anni del riconoscimento delle Cattedrali Sotterranee di Canelli quale Patrimonio dell’Umanità Unesco.


Sabato 24 settembre, per la prima volta nella propria storia, le Cantine Bosca ospiteranno una Cena Stellata sotto le splendide volte dichiarate bene dell’Umanità.

Il menù con i sapori del territorio, firmato dalla chef Bruna Cane del ristorante I Caffi di Acqui Terme (Alessandria), una stella Michelin, vedrà come protagonista gli spumanti metodo classico in un incontro speciale tra Bosca e Fratelli Berlucchi, dalla zona di Franciacorta, ospite speciale della serata. Per questo appuntamento a tavola tra metodi classici, Pia e Polina Bosca hanno selezionato Riserva del Nonno, che stringe a sé acidità e freschezza con un’armonia unica, lasciando profumate note di crosta di pane, sentori floreali e un gran finale di miele, e Asti Five Stars per il dessert. Fratelli Berlucchi porterà, invece, una selezione dei suoi quattro Freccianera.



Durante tutto il weekend, inoltre, nelle storiche cantine nel centro storico di Canelli, dove Pietro Bosca nel 1831 ha iniziato a produrre i suoi famosi spumanti, proseguiranno le visite guidate gratuite con assaggio finale (sabato 24 settembre dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00, e domenica 25 fino alle 18.30). Il visitatore potrà vivere un’esperienza magica, un’immersione totale di sensi tra navate, deambulatori, transetti, che si aprono in grandi crociere come ad essere realmente in una Grande Cattedrale.

 

“Proprio qui da noi” spiegano Pia, Polina e Gigi Bosca, oggi alla guida dell’azienda “nasce il nome di queste costruzioni ipogee che si susseguono come un grande serpente con stili diversi per tutto il sottosuolo di Canelli. Gallerie e passaggi si alternano a grandi saloni sotterranei, impregnati di mistero e memoria”.


Un’occasione per rendere partecipi tutti i visitatori dell’esperienza unica delle Cattedrali Sotterranee. Un’unicità che ha permesso alle cantine Bosca di entrare nel 2014 nella lista dei siti Unesco considerati Patrimonio dell’Umanità.  “Ci riempie d’orgoglio” spiegano Pia e Polina Bosca “poter condividere con proprio tutta l’Umanità questo patrimonio che ci ha accompagnato attraverso i tempi. Tutta la nostra vita è sempre ruotata attorno a queste mura sotterranee, consapevoli della loro importanza di testimoni della nostra storia, e che nelle generazioni abbiamo in più occasioni e per diverse ragioni aperto alla collettività e condiviso con la nostra comunità. Oggi festeggiamo i due anni portando nel cuore delle nostre cantine il buon cibo di questa terra nei saloni dove riposano vini”.


Produttori di spumante e vino sin dal 1831, la famiglia Bosca sente da sempre il richiamo dell’innovazione attraverso la costante ricerca di nuovi prodotti e nuovi mercati. I prodotti per cui è conosciuta in tutto il mondo hanno caratteristiche di innovazione importanti, come il Verdi, il vino con i cereali e le sue declinazioni con diversi profumi, gli Sparkletini, e il Toselli, lo spumante senz’alcool certificato Halal per chi tradizionalmente non consuma alcolici.



Per info e prenotazioni: cantine@bosca.it

 

 



di Andrea Di Bella