Percorsi Divini: cultura del vino e bellezza del paesaggio per Le Donne del Vino del Piemonte


Le Donne del Vino


A cura di  ANDREA DI BELLA

Un nuovo progetto affascinante e suggestivo per l’ Associazione “Donne del Vino del Piemonte”, che attraverso le passeggiate tra le vigne, promuove la bellezza del paesaggio vitivinicolo piemontese e la cultura del vino.


Si chiama “Percorsi Divini” e sarà presentato giovedì 21 luglio alle 17 alle Cantine Bosca di Canelli (Asti).


L’Associazione piemontese, guidata dalla delegata Renata Cellerino, intende così valorizzare il ricco patrimonio enologico della regione attraverso decine di chilometri da percorrere tra filari di vigneti e boschi con una sensibilità tutta femminile per la natura e per l’ecosistema.


Il progetto ha valenza nazionale e parte dal Piemonte, per volere della presidente nazionale Donatella Cinelli Colombini, come progetto pilota.



Sono 15 le aziende vitivinicole delle associate che partecipano all’iniziativa. Sarà attivato un sito dedicato dove sono indicati i percorsi tra le vigne: a ogni azienda è dedicata una pagina con mappa, descrizione e foto del percorso. I visitatori saranno accolti in azienda e accompagnati in tutto il percorso per la narrazione dei luoghi e per divulgarne la cultura.

Le aziende che hanno aderito al progetto sono:

  • in provincia di Alessandria Marenco Vini (Strevi), Alemat (Ponzano Monferrato), Il Poggio (Gavi), La Scamuzza (Vignale Monferrato), Castello di Gabiano, Villa Felice (Cassine)
  • in provincia di Asti Tenuta Santa Caterina (Grazzano Badoglio), Michele Chiarlo (Calamandrana), Braida (Rocchetta Tanaro), Azienda Agricola Castagnero (Agliano Terme).
  • in provincia di Cuneo: Cantine Ascheri (Bra), Tenuta Carretta (Piobesi d’Alba), Bruna Grimaldi (Serralunga d’Alba)
  • in provincia di Novara Podere ai Valloni (Boca)
  • in provincia di Torino Cieck (San Giorgio Canavese)



di Andrea Di Bella