Temporary Food Manager: come diventare esperti aziendali di Food & Beverage


Contesti Turistici


A cura di ANDREA DI BELLA



Food, è ormai un termine che tutti hanno imparato a conoscere. I foodies, ovvero gli appassionati di cibo, sono sempre stati tanti, ma nell’era della comunicazione tecnologica, da Facebook a Twitter, da Instagram a WhatsApp, del dilagare (non sempre giustificato o intelligente) dei format televisivi dedicati, della consacrazione degli chef, essi sono cresciuti in maniera esponenziale.


Acquistano libri di cibo e vino, consultano guide enogastronomiche, si iscrivono a corsi di cucina, partecipano numerosi a tour enogastronomici, vogliono diventare sommelier, si inventano ricette particolari, diventano blogger.


Se a questo aggiungiamo i venti milioni di visitatori di EXPO 2015, il successo consolidato del Salone del Gusto di Torino e di Cheese di Bra, la Douja d’Or di Asti, l’impatto di Eataly in tutto il mondo e le migliaia di fiere e rassegne dedicate ai sapori enogastronomici e al vino su tutto il territorio nazionale, possiamo affermare quanto importante e strategico sia diventato il comparto agroalimentare italiano e quanto interessante possa diventare per il mondo del lavoro e lo sviluppo di nuove opportunità.


Il mondo del cibo è in fermento, fa girare l’economia di un Paese anche in tempi di crisi. Il cibo è cultura, tradizione, filosofia, passione, arte, il cibo è felicità.


Ma quando arriva a tavola compie solo l’ultimo atto della sua storia. Dal momento della produzione a quello del consumo, la filiera è lunga e tante professionalità interagiscono in un processo complicato e a volte tortuoso (si pensi alla sicurezza alimentare e alla tracciabilità del prodotto).


Dal processo produttivo al marketing, dalla comunicazione alla gestione dei mercati ed internazionalizzazione, dalla gestione del budget alle strategie di vendita di un prodotto, all’organizzazione d’impresa ed innovazione di processi: questi i principali ambiti e professionalità che si richiedono ai manager del cibo.


Ne deriva la necessità di una figura professionale in grado di affrontare la sfida dell’innovazione dei processi produttivi e dei mercati esteri. Il binomio innovazione e internazionalizzazione è alla base del rilancio delle imprese per l’ingresso e il consolidamento sui mercati esteri: il Food Manager.


Ma perché  Temporay Food Manager? Chi è costui e perché Temporary? E’ un professionista che ha il ruolo di trovare soluzioni operative e rapide alle problematiche aziendali. Lavora in azienda per un periodo di tempo breve , in genere, da tre a nove mesi.  Le aziende scelgono il Temporary Manager sia per ricoprire ruoli che sono di natura temporanea, sia per assicurare la copertura di ruoli critici per i quali non si è in grado di trovare in tempi brevi un manager a tempo indeterminato.


L’Alta Formazione in Temporary Food  Manager  va in questa direzione, quella di affiancare gli operatori del settore alimentare ed enogastronomico per valorizzare i prodotti tipici locali, curare le relazioni con gli operatori del settore, sviluppare e implementare piani di promozione e di commercializzazione per esportare, nel mondo, il food made in Italy .


A organizzare un corso per Temporary Food  Manager, sulla spinta delle richieste delle aziende di food presenti sul territorio nazionale,  hanno pensato Perseo SpA e Contesti Turistici, due importanti soggetti specializzati nella ricerca e nell’alta formazione.


Perseo SPA Impresa Sociale è un'azienda senza scopo di lucro che si occupa di ricerca e formazione nel campo della didattica e delle tecnologie dell'istruzione e dell'apprendimento. Nata nel giugno del 2010 da professionisti nel campo dell'istruzione universitaria e post-universitaria, Perseo è Ente di Ricerca accreditato presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca al CAR n. 61390UAL e si avvale di un team costituito da professori universitari, ricercatori, dottori di ricerca e professionisti afferenti le scienze dell'educazione e della formazione continua e permanente.


Contesti Turistici è un’impresa che si occupa di ricerca, formazione e consulenza per le imprese, enti territoriali, associazioni, operatori del territorio. Nasce nel settembre del 2008 dall’idea di Paolo Matrisciano e Melania Cammisa di creare un servizio personalizzato, costruito su misura. Si avvale della collaborazione di uno staff  che si distingue  per le qualità umane e per l’alta specializzazione: esperti di marketing e comunicazione, gestione, risorse umane e didattica applicata alla formazione. Professionisti  provenienti dal mondo dell’università, dell’impresa, del giornalismo, della formazione.


L’obiettivo del corso è quello di formare una figura professionale capace di sostenere e affiancare le aziende nella gestione e nella progettazione di prodotti, svolgere attività di pianificazione e controllo di gestione, applicare strategie di marketing e comunicazione, sviluppare processi di  internazionalizzazione dei prodotti, promuovere e dare valore al cibo. Il Temporary Food Manager deve essere in grado di svolgere attività di pianificazione e controllo di gestione, applicare strategie di marketing e comunicazione, sviluppare processi di  internazionalizzazione dei prodotti.


Destinatari del corso sono giovani diplomati e laureati interessati ad inserirsi nelle aziende del settore agroalimentare ed  enogastronomico; imprenditori e manager del settore; consulenti di imprese agro-alimentari e enogastronomiche; manager e consulenti.


Sbocchi occupazionali: aziende del settore agroalimentare e vinicolo, aziende di ristorazione, imprese di commercializzazione di prodotti enogastronomici.


I contenuti vanno dall’organizzazione aziendale alla contabilità, dalla gestione del magazzino ai principi di marketing, dalla comunicazione  al marketing, alla gestione dei finanziamenti, ai processi di internazionalizzazione, al Business English.


La metodologia di insegnamento è basata su E-learning,  un modello di insegnamento a distanza attraverso l'utilizzo delle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Ogni corsista, attraverso Internet accede comodamente, da casa o dal luogo che gli è più consono, alla piattaforma tecnologica inserendo le proprie credenziali d'accesso (username e password).


SCADENZA ISCRIZIONI: 29 febbraio 2016


INFORMAZIONI

  • info@perseoimpresasociale.it
  • info@contestituristici.it

 

 



di Andrea Di Bella