Parte BITEG, la Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico a Stresa sul Lago Maggiore


Regione Piemonte - Assessorato al Turismo


A cura di ANDREA DI BELLA


Parte il tour dei numerosi buyer internazionali arrivati sulle rive del Lago Maggiore, per la XVI edizione di BITEG - Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico. L’evento, quest’anno, sarà ospitato al Regina Palace di Stresa, dal 23 al 26 ottobre 2015.



Dopo i primi due giorni di workshop b2b - che a partire da questa edizione vede la sinergia operativa con TTG - da sabato pomeriggio a lunedì mattina, gli oltre 70 buyer stranieri, provenienti da 23 Paesi del mondo (Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Irlanda, Norvegia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Uk e USA), si sposteranno alla scoperta delle eccellenze di tutto il Piemonte, per gli eductour realizzati dalla Regione Piemonte in collaborazione con le Agenzie turistiche locali. Da Torino alle Colline Unesco di Langhe-Roero e Monferrato, ma anche il Cuneese, Biella e Vercelli, Novara e il Distretto dei Laghi.


La Borsa può contare, quest’anno, anche sulla partnership con "La Scuola di Stresa”: gli studenti della classe III del corso tecnico turistico dell'Istituto Erminio Maggia supporteranno, infatti, l'accoglienza degli operatori e animeranno le pagine social legate all’evento.



“La BITEG - sottolinea  Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte - si ripresenta con un’edizione il cui orientamento ai mercati internazionali si lega a Expo 2015: sia per il periodo individuato - l’ultima settimana dell’Esposizione - sia per la scelta come location del suggestivo Distretto dei Laghi, facilmente raggiungibile dal sito di Rho come dall’aeroporto di Malpensa. Una BITEG rinnovata rispetto al passato, con diverse novità che si annunciano capaci di rendere il workshop quanto mai incisivo ed efficace, valorizzando, con i tour, anche le singole aree del nostro territorio”.



di Andrea Di Bella