Tarantella for Africa 2015: danze popolari, concerti, solidarietà a Montemarano (Avellino)


Scuola di Tarantella Montemaranese


A cura di ANDREA DI BELLA

 

Il 6, 7, 8 agosto 2015 a Montemarano (Avellino) –


Tre giorni da trascorrere in totale spensieratezza a 820 metri sul livello del mare. Dove? Nel Centro Storico di Montemarano, nel cuore dell’Irpinia, in provincia di Avellino. Un evento organizzato dalla Scuola di Tarantella di Montemarano: lezioni di danza popolare tradizionale, concerti musicali e momenti di solidarietà. Una festa ricca di eventi, convegni, seminari che pone l’attenzione su alcune tematiche di carattere sociale, dall’ambiente all’immigrazione, all’inquinamento. Il ricavato delle prenotazioni sarà distribuito tra le varie organizzazioni che hanno preso parte all’iniziativa.


Lo scopo di “Tarantella for Africa” è anche rilanciare il territorio: tra gli obiettivi c’è anche quello di creare un indotto in termini turistici per l’Irpinia. L'evento si svolge in collaborazione con i vari tour operator che si sono fatti promotori dell'iniziativa.


Locandina 

Dietro il progetto c’è la Scuola di Tarantella Montemaranese, l’associazione che da molti anni riesce a portare in giro per l’Italia e l’Europa, la tradizione di Montemarano. Non esiste un modo assoluto di eseguire la danza popolare, ma ne esistono vari tipi e varie forme e la “Scuola di Tarantella Montemaranese” li affronta tutti, coniugando in tutto questo anche l’evoluzione sociale della danza.


“Tarantella for Africa” è il nome del progetto, ma che non si occupa solo di fare volontariato nel continente nero.


La "tarantella" è una danza di appartenenza e identifica il luogo, “for Africa” non si riferisce solamente al continente africano, ma è un modo per rappresentare tutti i bisogni; vuole essere un modo per riconoscere all'Africa l'enorme patrimonio musicale che ha donato a tutti. Un evento MULTIETNICO pieno di colori e musica.


Montemarano, dunque, diventerà capitale della musica etnica. Le tre serate saranno all’insegna della contaminazione musicale: danze sufi, musiche kenyane, melodie tunisine, che si ibridano con le millenarie note della tarantella, dando vita ad un ricamo straordinario di sonorità e passione.


Guest star della manifestazione sarà Antonio Infantino, lo sciamano della musica popolare irpina. Guru e mistico, tarantolato e filosofo, Infantino ha più anime che si muovono nell’unica dimensione dell’arte, che lo rende nomade. Da Tricarico, l’Infantino musicista, poeta, pittore, regista teatrale, si sposta a Firenze, e poi ancora in Belgio, Olanda, Brasile. Tra "le cose fatte", come le definisce lui, che lo hanno reso famoso, bisogna ricordare la costituzione del suo gruppo: "I Tarantolati di Tricarico".

 

 

Tra i successi con i suoi Tarantolati: "La Gatta Mammona", eseguita poi, nel 1997, anche col gruppo "99 POSSE", e la canzone "Avola" che Infantino ha eseguito nello spettacolo di Dario Fo "Ci ragiono e canto”. Nel 2003 Infantino è stato invitato a partecipare alla Biennale delle Arti di Venezia, con un Evento Speciale di collegamento tra Arti visive, Musica, Teatro e Danza: TARA’n’TRANCE.


Lo vedremo in concerto la sera dell’8 agosto.


Programma completo e contatti su www.tarantellaforafrica.com
 

INFO
Scuola di Tarantella Montemaranese: info@scuoladitarantellamontemaranese.it



di Andrea Di Bella