La Città di Torino a Expo 2015: “Dallo spazio alla terra – Cibi, tecnologie e innovazione”


Città di Torino - Assessorato alla Cultura, Turismo e Promozione della città


A cura di ANDREA DI BELLA

 

Dal 19 al 24 giugno il Sistema Piemonte si e’ presentato al mondo come protagonista ad Expo 2015, con lo scopo di cogliere questa straordinaria occasione per focalizzare l’attenzione sulle peculiarità turistiche, culturali, sociali, economiche del suo territorio e sulla sua capacità di continuo rinnovamento.


Ed è in questa direzione che va “Dallo spazio alla terra – Cibi, tecnologie e innovazione”, un Talk Show organizzato da Città di Torino in collaborazione con l’Unione Industriale di Torino e il Polo di Innovazione MESAP, presentato all’Auditorium di Palazzo Italia. Condotto da Piero Bianucci, giornalista scientifico e scrittore, si è parlato di soluzioni innovative nel campo della nutrizione messe a punto da Aziende e Gruppi di ricerca universitari torinesi.


 

Imprenditori, professori universitari, amministratori di società hanno dialogato su temi tecnico-scientifici che, partendo dall’alimentazione e dal mondo del cibo, hanno toccato diverse tematiche, interpretandole secondo la loro visione aziendale o di ricerca messe in campo. E così, si è scoperto come torna sulla terra il cibo prodotto per lo spazio, quali sono i sistemi per valorizzare e difendere la qualità e la competitività dei prodotti territoriali, le nuove soluzioni applicate al packaging, le più avanzate applicazioni della tecnologia radar per il monitoraggio delle precipitazioni su aree coltivate, i sistemi più innovativi di movimentazione interna per l’agroindustria e i nuovi processi per il trattamento dei liquidi alimentari.


Il Talk Show ha visto la presenza di:

  • Marco Allegretti, Presidente EnviSens Technologies S.r.l. e Ricercatore presso il Politecnico di Torino di “Monitoraggio delle precipitazioni su vaste aree coltivate con tecniche radar”
  • David Avino, Direttore Generale di Argotec S.r.l. che ha parlato di “Produzione di cibo innovativo: lo “Space Food per Terrestri”
  • Alessandro Chiolerio, Socio fondatore di Politronica Inkjet Printing S.r.l. e Principal Investigator al Center for Space Human Robotics dell’Istituto Italiano di Tecnologia di “La stampa: una tecnologia antica che può rivoluzionare il modo di tracciare gli alimenti?”
  • Paolo Gay, Professore associato presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari, settore Ingegneria Agraria – Università degli Sudi di Torino – docente di “Nuovi strumenti per la tracciabilità per migliorare il controllo, la qualità e la competitività dei prodotti alimentari”
  • Manuel Lai, amministratore (CEO), IRIS di “Trattamento mediante nano impulsi elettrici: dal progetto GreenPlasma, una innovativa tecnologia per il trattamento dell’acqua e dei liquidi alimentari”
  • Maurizio Traversa, CEO Eurofork S.r.l. con “Intralogistica: la movimentazione intelligente con sistemi automatici e la tracciabilità del prodotto”

 

All’incontro ha partecipato lo chef spaziale Stefano Polato, responsabile dello Space Food Lab di Argotec, chef ufficiale della missione Futura che, insieme a un team specializzato di nutrizionisti, dietisti e tecnologi alimentari, ha studiato e realizzato i piatti personalizzati per il bonus food di Samantha Cristoforetti, per i suoi viaggi nello spazio.


“La preparazione del food è stata dettata da criteri scientifici molto rigorosi, ha dichiarato lo chef-ricercatore, in modo da selezionare, tra gli ingredienti più sani e nutrienti, quelli maggiormente adatti per la salute e il piacere di Samantha. Ho dovuto, anche, tener conto dei momenti di condivisione tra Samantha e i suoi colleghi, di diversa provenienza e cultura, con tradizioni e gusti differenti”.


Il Talk Show è stato aperto da Maurizio Braccialarghe, Assessore Cultura, Turismo e Promozione della Città di Torino che ha sottolineato come “La Città Torino ha, fin dall’inizio, creduto nelle opportunità offerte da Expo investendo in termini di risorse, progetti, ed energie. Questo appuntamento conferma come Torino sappia coniugare ricerca accademica e innovazione, mettendoli a disposizione anche nel campo della nutrizione, tenendo presenti i principi di qualità e sostenibilità”.


Riccardo Rosi, Vice Direttore dell’Unione Industriale di Torino ha chiuso l’incontro. “Questo evento, ha detto Rosi, è una testimonianza dell’eccezionale spinta innovatrice e tecnologica del sistema industriale torinese, capace di applicazioni innovative anche nel campo del food, cuore di Expo”.


In collaborazione con la Regione Piemonte, la Camera di Commercio di Torino ed il coinvolgimento delle diverse realtà associative, imprenditoriali e accademiche, Torino racconta a Expo le proprie eccellenze, innovazioni e tradizioni. La storia continua.
 



di Andrea Di Bella