Radici del Sud 2013: a Carovigno (Brindisi) il Salone dei vini meridionali


Radici Wines

(vedi mappa)
Email: info@ivinidiradici.com


Date ed orari:
dal 5 giugno 2013 al 10 giugno 2013


dal 5 al 10 giugno 2013 a Carovigno (Brindisi) -

 

Grande successo per Radici del Sud, il Salone dei vini autoctoni meridionali: hanno già aderito oltre 100 cantine.

 

L’adozione di nuovi accorgimenti che faciliteranno un ancor più stretto contatto e scambio di opinioni tra i protagonisti della rinascita del comparto enologico del Sud e i loro naturali referenti, i buyer, gli importatori e gli stessi utenti finali, riguarda la composizione delle giurie che valuteranno i 250 vini partecipanti al wine-tasting di Radici e che non saranno, come nelle precedenti edizioni, strettamente riservate l’una agli assaggiatori nazionali e l’altra a quelli internazionali; per favorire un approccio diretto alla cultura locale del vino, la prima comprenderà importatori e wine-buyer stranieri e la seconda quella di altrettanti esperti rappresentanti delle regioni meridionali.


 

Gli addetti ai lavori internazionali che numerosi parteciperanno a Radici del Sud 2013, avranno modo di apprezzare pienamente i tratti caratteristici dei vini e vitigni autoctoni, cogliere e comprendere le loro qualità e sfaccettature anche attraverso le visite guidate ai territori, alle vigne e alle cantine che come ogni anno sono organizzate nell’ambito del festival e che si prospettano per la prossima edizione se possibile ancor meglio delineate e curate in ogni dettaglio e sfumatura.

 

Radici del Sud del prossimo giugno si proporrà come un laboratorio dove sarà possibile affinare competenze e sensibilità verso la ricchezza ampelografica degli autoctoni del mezzogiorno e occasione imperdibile per i produttori di promuovere nel modo più efficace e avvincente i loro vini.

 

Altro aspetto di grande novità quest’anno, l’ultimo giorno della manifestazione sarà interamente dedicato al confronto tra i produttori ognuno con la propria gamma di cantina al completo e il pubblico degli appassionati e degli operatori di settore, realizzando così la prima vera e propria fiera del vino da vitigno autoctono dell’intero Sud Italia e la concretizzazione di un sogno coltivato da tempo dall’entourage organizzativo di Radici e dagli amanti di questo interessante comparto enologico.

 

Per aggiungere significato all’esperienza culturale offerta dall’evento, come nelle scorse edizioni non mancheranno le occasioni di conoscere, apprezzare e coniugare al buon bere la celebre cucina locale attraverso iniziative di altissimo livello.

 

Come preludio dell’evento di giugno sono in programma numerose iniziative interlocutorie organizzate con i produttori di tutto il Sud e giovani talenti della ristorazione locale per valorizzare e promuovere di pari passo i vari territori attraverso i vini e la gastronomia. Tra le sorprese un grande evento dedicato alle bollicine del Sud…



di Redazione 3