Il “Cjant de pergamenis” Il canto delle pergamene del Patriarcato di Aquileia

Udine, 29.03.2013,
l'antico manoscritto della biblioteca di San Daniele del Friuli

3 aprile 2013 a San Daniele del Friuli (Udine) -

 

La Biblioteca Guarneriana di San Daniele tenta un esperimento davvero originale e di sicura suggestione: ridare suono e voce a uno dei suoi manoscritti più antichi, il “Breviarium Aquileiense” del secolo XI, che da più di mille anni custodisce la musica della liturgia patriarchina.

 

Così mercoledì 3 aprile alle ore 20.15, in occasione della ricorrenza della fondazione della Patria del Friuli, si terrà nella Biblioteca Antica l’incontro intitolato: “Il canto delle pergamene. Musica e liturgia nel Patriarcato di Aquileia”.

 

Dopo una ricognizione sulla notazione musicale, a cura di Ulvio Carta, e un approfondimento proposto da Giuseppe Peressotti sulle letture dei Padri presenti nel codice, che tra l’altro riporta anche la Passione dei Santi Ermacora e Fortunato, sarà la volta di Lucio Cristante, che con l’ausilio di dodici paleografi musicali del “Collegium Ars Antiqua di Portogruaro” farà risuonare le pergamene di quell’antico volume custodito nella libreria di Guarnerio.


 

Un incanto di voci, di armonie e assonanze eseguito dal vivo nel cuore di una lezione concerto davvero unica, che finalmente, a distanza di un millennio, farà risuonare per un pubblico di fortunati, quelle voci, per le quali san Gerolamo, ospite in Aquileia nel 370, dichiarava ammirato: i chierici aquileiesi cantano davvero come un coro di angeli.

 

Per informazioni telefonare alla Biblioteca allo 0432/946560. Ricordiamo che San Daniele del Friuli è anche sede dei Distretto Agro Alimentare e con i suoi prosciuttifici offre molte occasioni per una gita che abbini il piacere del cervello a quello del gusto; il suo centro storico domina la strada dai molti prosciuttifici che producono il dolce Prosciutto di San Daniele e questa potrebbe essere l’occasione per soddisfare cuore, animo, cultura e gusto.