Laurea honoris causa a Paolo Fresu: un riconoscimento del mondo accademico a uno dei musicisti sardi più amati

Olbia-Tempio, 25.03.2013, di Cristiana Grassi

27 marzo 2013, Milano -

 

Il 27 marzo 2013 l'Università di Milano Bicocca conferirà a Paolo Fresu la Laurea magistrale honoris causa in Psicologia dei processi sociali, decisionali e dei comportamenti economici.

 

Un riconoscimento prestigioso, motivato con "i risultati raggiunti nella sua pluriennale carriera di musicista, per l'attiva diffusione della cultura legata alla musica jazz e per la promozione culturale di Berchidda e del Nord Sardegna tramite l'attività dell'Associazione culturale Time in Jazz".

 

Paolo Fresu inizia lo studio della tromba all'età di undici anni nella banda musicale di Berchidda (Olbia-Tempio) e, nel 1984, si diploma presso il Conservatorio di Cagliari. Da allora i successi e i riconoscimenti non si fanno attendere e costellano tutta la sua carriera.

 

Paolo è anche docente e responsabile di diverse realtà didattiche nazionali e internazionali e ha suonato con musicisti di ogni continente. Inoltre è da stato l'ideatore e fondatore del festival internazionale Time in jazz che si tiene ogni anno (quella del 2012 è stata la sua venticinquesima edizione) tra Berchidda e altri comuni sardi nel mese di agosto con crescente successo; è anche direttore artistico e docente dei Seminari jazz di Nuoro e ha diretto il Festival internazionale di Bergamo.


 

Il programma della cerimonia, che si terrà in Aula Magna con ingresso libero, oltre agli interventi istituzionali e alla laudatio del professor Eraldo Paulesu, prevede anche l'esecuzione di un a solo del neodottore Fresu.

 

In occasione dell'evento verrà allestita una mostra nel corridoio adiacente all'aula magna. Si potranno così ripercorrere per immagini i venticinque anni di successi del festival Time in Jazz e le attività della omonima associazione culturale.

 

Saranno messe in mostra locandine, poster e fotografie, oltre al documentario Sonos 'e memoria del regista Gianfranco Cabiddu, che compone immagini della Sardegna dagli anni '30 agli anni '50 su musiche di Paolo Fresu e che è stato presentato alla cinquantaduesima edizione del Festival di Venezia.