Ecomuseo della Risaia, dei Fiumi e del Paesaggio Rurale Mantovano

Mantova, 13.03.2013, di Chiara De Gasperi
Paesaggio Palustre
Fiume e paesaggio risaie e paesaggi

E' stato riconosciuto dalla Regione Lombardia nel 2008 e  nasce per riportare alla luce e valorizzare il patrimonio ambientale, culturale, storico, legato alla coltura del riso e dei fiumi Mincio e Po.

 

Comprende i Comuni di Castel d`Ario, Roncoferraro, Villimpenta, Bagnolo San Vito, Virgilio, San Giorgio, Bigarello, Castelbelforte ed è rivolto a conoscere, salvaguardare e valorizzare i beni culturali (materiali ed immateriali) presenti sul territorio.

 

Promuove la conoscenza cercando di far comprendere come l’Ecomuseo sia strumento che faccia compiere scelte consapevoli, orientate a uno sviluppo sostenibile del territorio e all`armoniosa integrazione di ogni componente sociale.

 

A tal proposito  non lo si può raccontare se non legandolo ai tre elementi principali che lo caratterizzano:

 

  • Acqua: risorsa per  la coltivazione del riso, dal XVIII secolo, dove assunse un’importanza economica preponderante.
  • Riso, materia prima, richiedeva la disponibilità di canalizzazione e regimentazione delle acque. I Fiumi sono il Mincio ed il Po.
  • Il Paesaggio è strettamente legato alle modalità con cui esso è stato ed è costituito, legandosi ad esigenze territoriali, sociali ed economiche.