L’Associazione Produttori Schioppettino di Prepotto al Vinitaly 2013

Udine, 13.03.2013,
La vallata dello Judrio a Prepotto

Dal 7 al 10 aprile 2013 da Prepotto (Udine) a Verona -

 

Il Vinitaly è, per tutti i produttori vinicoli italiani, un momento importante nel quale incontrare partner commerciali, clienti e consumatori. Ma è anche il momento per presentare le novità, ad iniziare dalla nuova annata dei vini in commercio.

 

Per l’Associazione Produttori dello Schioppettino di Prepotto è anche il primo Vinitaly e la prima fiera in cui si presenta assieme al pubblico. Attiva da 10 anni, ha raggiunto i primi importanti traguardi, ad iniziare dal riconoscimento ufficiale della sottozona “Schioppettino di Prepotto” all’interno della DOC Friuli Colli Orientali, ma le energie sono già proiettate ai prossimi 10 anni.

 

Anni nei quali vogliamo affermare questo vino come il rosso autoctono più prestigioso del Friuli Venezia Giulia, terra già conosciuta per i grandi vini bianchi”, afferma il neo-eletto presidente dell’Associazione, Michele Pavan.


 

Al fine di permettere a più persone possibili di venire a scoprire l’unicità di questo vino, dovuta ad un terroir estremamente vocato, quale la Valle dello Judrio, e ad un gruppo di produttori che lo interpreta con una rigorosa autenticità, l’Associazione ha deciso di realizzare uno stand autonomo al Vinitaly, che si affianca a quelli aziendali presenti nella collettiva ERSA.

 

Una presenza che sarà molto dinamica e attuale, potendo realizzare una serie di degustazioni ed iniziative “social” in collaborazione con alcuni wine blogger internazionali. In questo spazio, dedicato solo allo Schioppettino di Prepotto, i visitatori potranno così confrontare 14 differenti interpretazioni dell’ultima annata di questo vino “elegante e complesso, che ha radici che affondano in una storia quasi millenaria ed una versatilità che lo rende estremamente moderno”, prosegue Pavan.

 

L’Associazione Produttori Schioppettino di Prepotto nasce nel 2002 con lo scopo di promuovere e garantire la qualità e le caratteristiche autentiche dello Schioppettino, da sempre coltivato nella zona.

 

Oggi raccoglie più di 20 viticoltori, uniti dalla volontà di tutelare questo vitigno di nicchia, convinti sia del valore culturale che del suo deciso potenziale enologico. Questo percorso ha portato, dopo un lungo lavoro di ricerca, all’adozione di un disciplinare di produzione molto restrittivo e di un protocollo comune di vinificazione, ottenendo nel 2008 il riconoscimento di sottozona “Schioppettino di Prepotto”.

 

La prima in Friuli riservata ad un solo vitigno. Associazione Produttori Schioppettino di Prepotto. Padiglione 6 Stand B8