“Cantè j’Euv” Roero 2013: sotto la magia della luna il rito della questua delle uova a Castagnito (Cuneo)

Cuneo, 11.03.2013, di Andrea di Bella

Il 23 marzo 2013 Castagnito (Cuneo) –

 

“Ma la festa delle uova è altrettanto bella, solo che si conservino intatte le aie. Non si tolga quel trave sotto il pero di San Lorenzo, e i questuanti verranno a portare un po' di allegria. Sanno una musica semplice, ma che fa venir voglia anche ad un moribondo di aprire le persiane e mettersi in compagnia a cantare”.(da La Bilancia - Le feste di primavera nelle Langhe e nel Monferrato) di Antonio Adriano.


Il Comune di Guarene e le Pro Loco per il Roero sono tornati al lavoro per mettere a punto la festa e tradizione del Cantè j’euv giunta quest’anno alla tredicesima edizione.

 

Come per gli anni scorsi la manifestazione, legata all’antico rito della questua delle uova, apre i propri orizzonti al di là dei confini roerini, coinvolgendo le Provincie di Cuneo, Asti ed Alessandria.



Ancora pochi giorni, e diversi Comuni del Basso Piemonte si animeranno con l'antico rito del Cantè j'euv. Nessun tono ufficiale, nessun evento di massa, perfino una pubblicità sommessa da parte dei singoli gruppi: è la tradizione più genuina, più autentica, più antica di Cantè j'euv.

 

Formazioni musicali spontanee, molto spesso improvvisate per l'occasione, composte da giovani e anziani, ragazze e ragazzi prenderanno nuovamente la via delle colline, per raggiungere anche le case e le cascine più sperdute e svegliare ancora una volta, col canto e l'allegria, il padrone e la padrona di casa domandando uova e un bicchiere di vino.


 

E’ proprio per questo desiderio di ritrovarsi insieme, che ogni anno accomuna generazioni diverse a rivivere, sotto la magia della luna, emozioni tanto antiche quanto troppo spesso dimenticate, che il Comune di Guarene e le Pro Loco per il Roero, in collaborazione con i vari gruppi spontanei del Cantè j’Euv delle Province di Cuneo, Asti ed Alessandria, presentano il “Cantè j’Euv” Roero 2013 il momento conclusivo dell’evento, in cui l’insieme variopinto delle diverse combriccole di canterini (più o meno intonati...) si incontreranno in un grande concerto finale di musica, convivialità ed allegria, all’insegna dell’improvvisazione, in cui tutti potranno rivivere emozioni genuine in una serata ricca di suoni, sapori e solidarietà.


Il paese del Roero che quest’anno farà da scenario alla manifestazione sarà Castagnito pronto ad ospitare il 23 marzo 2013 tutti coloro i quali vorranno riscoprire, almeno per una sera, il piacere di stare insieme, gustando, grazie ai suoni ed alle specialità gastronomiche dei gruppi partecipanti, sapori ed atmosfere di un tempo.


“Festa è solidarietà”: come da consuetudine, tutti i gruppi devolveranno gran parte del ricavato delle questue in beneficenza.


L’organizzazione è del Comune di Guarene.


LEGGI I CENNI STORICI DELLA TRADIZIONE DEL “CANTE’ J’EUV”.