Alla BIT 2013: la provincia di Cuneo con le montagne da scoprire e le città da gustare

Cuneo, 19.02.2013, di Andrea di Bella

Lo straordinario paesaggio dell’arco sud occidentale delle Alpi racchiude in sé un’isola speciale: la Provincia di Cuneo. Una provincia che vanta un territorio preservato, prodotti di nicchia di livello assoluto e sorprese capaci di stuzzicare il gusto e l’interesse di tutti.


L’offerta del Cuneese è davvero ampia e variegata e può soddisfare ogni esigenza del turista.
Lo sportivo troverà innumerevoli proposte per la pratica dell’outdoor sia in pianura sia in quota: dai percorsi per il trekking ed il nordic walking ai sentieri per l’escursionismo più avventuroso, dai tour in bicicletta su strada asfaltata, lungo vie panoramiche, fino alle salite del Giro d'Italia ed agli sterrati della MTB, dalla canoa al rafting, dall’arrampicata ai ponti tibetani.



Non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta. E risalendo le vallate che si aprono a raggiera intorno al capoluogo, si potranno apprezzare le borgate dalla tipica architettura montana incastonate in una natura rigogliosa, conoscere la cultura occitana e ritemprarsi in un bagno termale o in una locanda dove poter gustare piatti sapientemente cucinati, come da tradizione.


A chi invece preferisce l’arte, la cultura, la musica e la storia allo sport, le città di Saluzzo, capitale dell’omonimo Marchesato, Mondovì, capitale del Barocco Piemontese, e Cuneo, capitale verde del Piemonte, sapranno svelare i fasti del passato con i loro palazzi nobiliari, le viuzze antiche, le chiese barocche, i castelli e le residenze reali. Siti museali quali i Castelli Tapparelli di Lagnasco, il Filatoio di Caraglio, il Complesso Monumentale di San Francesco a Cuneo ed il Castello Reale di Racconigi (per citarne alcuni) ospitano durante l’anno mostre temporanee e permanenti di alto interesse.

 

 

Da non perdere, tra le più recenti aperture, il Museo Diocesano S. Sebastiano a Cuneo, in Contrada Mondovì, inaugurato nel settembre 2012 e che, insieme al Complesso Monumentale di San Francesco, completa oggi l’offerta culturale della Città di Cuneo.


Per l’anno 2013 l’A.T.L. del Cuneese rivolge un’attenzione particolare agli appassionati motociclisti, con una proposta di 6 itinerari moto turistici su strade asfaltate, extraurbane e panoramiche che ripercorrono il territorio dalla Valle Tanaro al Monviso:
ITINERARIO 1 – Mondovì: la Valle Tanaro e la Langa Cebana
ITINERARIO 2 – Mondovì: alla scoperta delle Valli Monregalesi
ITINERARIO 3 – Boves: le Valli Vermenagna e Pesio
ITINERARIO 4 – Caraglio: le Valli Grana, Gesso e Stura
ITINERARIO 5 – Cuneo: le Valli Grana e Maira
ITINERARIO 6 – Saluzzo: attraverso la Valle Po


Gli itinerari, provati e fotografati, sono pubblicati su una cartina appositamente realizzata.


Nella memoria del visitatore rimarranno impressi colori autentici ed intensi: il verde dei prati e delle radure, il rosso della carne bovina di razza piemontese, il blu dei laghi alpini incastonati nelle Alpi, il bianco del manto nevoso che corona le vette in inverno, il giallo della polenta servita nei rifugi o nelle baite… mille e più sfumature che rendono questo territorio uno scrigno da aprire con meraviglia e da scoprire a passo lento.