Libri, "Le ricette di Nonno Ciccillo" (Reggio Calabria)

Reggio Calabria, 24.01.2013, di Fausto Pedullà

 

La buona cucina calabrese in un libro di ricette -

 

Un volumetto agile, da leggere tutto... d'un fiato! Per realizzare le vere pietanze "riggitane" e "calabbrisi", gustose e veloci da preparare. In "Le ricette di Nonno Ciccillo" trovate le ricette della Calabria più a sud, che tramanda i suoi sapori in ogni tempo. Le ha raccolte la giovanissima Giorgia Riggio, figlia d'arte, la più piccola di tre generazioni di pizzaioli doc (nonno Ciccillo, papà Giorgio e lei).

 

Ha già al suo attivo un ricco curriculum di riconoscimenti e partecipazioni a competizioni nazionali e internazionali, tra cui i premi ai campionati di pizza. A ottobre scorso, inoltre, ha condotto sul podio l'Istituto Alberghiero di Formia a “Pizza World Cup 2012”, la prestigiosa manifestazione organizzata dall’Unione Europea Pizzaioli tradizionali e ristoratori.


 

Con la pubblicazione di 76 pagine – in vendita a 7 euro – di Citta del Sole Edizioni, apprendiamo che la brava e promettente Giorgia esordisce come autrice e ci consegna un libro di ricette che è, al tempo stesso, un tenero atto d'amore verso nonno Ciccillo. Un legame forte, quello tra nonno e nipote, che si riversa tra i fornelli, uno stile fresco e ironico, con il contrappunto di esilaranti inserti di vita vissuta.

 

"Le ricette di Nonno Ciccillo"

 

Tante ricette e aneddoti curiosi che ci raccontano l'arte di nonno Ciccillo, riconosciuta autorità gastronomica, rimandandoci, quasi d'incanto, a un tempo antico in cui il sapore culinario era condivisione, trasmissione di conoscenze e amore; un tempo in cui cucinare era un rito assolutamente formativo e quasi sacro, fatto di regole ferree, unità di misura sui generis, e accorti suggerimenti dettati dalla saggezza popolare.

 

"Le ricette di Nonno Ciccillo"

 

Sono insegnamenti che Giorgia crescendo non ha voluto smarrire, che rivelano spontaneamente la bellezza e la solidità di legami familiari e che animano anche la volontà di proseguire tradizioni e passioni. Raccomandava nonno Ciccillo: "Metti al proprio posto ogni cosa e ogni cosa al proprio posto. Non perderai tempo a cercarla".