Esplora Bologna 2013: con Turkish Airlines il turismo asiatico atterra sotto le Due Torri

Bologna, 02.01.2013, di Gabriele Orsi

 

Da gennaio 2013 per tutto l'anno a Bologna e nel suo territorio -

 

Una nuova, grande opportunità atterra letteralmente sotto le Due Torri per favorire il turismo su Bologna e provincia, e aprirlo così a una dimensione autenticamente internazionale grazie a una provvidenziale “finestra” sul Vicino ed Estremo Oriente.

 

Prenderà infatti il via nel 2013 Esplora Bologna, la nuovissima partnership strategica per favorire l’accoglienza turistica nel capoluogo emiliano dei viaggiatori in arrivo dalla Turchia e dal resto dell’Asia che lega il Comune di Bologna, la compagnia aerea di bandiera turca Turkish Airlines e la società Aeroporto di Bologna.

 

Per l’occasione Turkish Airlines, eletta per gli ultimi due anni miglior vettore aereo europeo dalla prestigiosa società di ricerca britannica Skytrax e operante in oltre 90 paesi nel mondo con un network di più di 200 destinazioni che ne fanno il tramite principale del turismo dal Medio ed Estremo Oriente verso l’Italia e l’Europa, ha deciso di investire nella promozione del turismo incoming della città di Bologna la somma di un milione di euro.


 

Turkish Airlines infatti è strettamente legata a Bologna: sin dal 2010 è attivo il volo diretto da e per Istanbul, volo che oggi ha una frequenza di due partenze giornaliere, e ha scelto proprio la nostra città come porta sull’Italia per le migliaia di turisti che tramite i suoi voli di linea arrivano non solo dalla Turchia ma da tutto il Medio Oriente, dall’India, dalla Cina, Corea, Taiwan, Giappone, Thailandia, Malaysia, Singapore e, tramite quest’ultimo scalo, anche Australia e Nuova Zelanda.

 

«Si tratta – è il commento di Virginio Merola, sindaco di Bologna – di una tappa davvero importante per la nostra città. Una delle compagnie aeree più importanti d’Europa ha scelto Bologna e il suo territorio come punto d’appoggio strategico per lo sviluppo di un’offerta turistica di qualità da rivolgere ai propri passeggeri provenienti dal resto del mondo, e questo per noi rappresenta una grandissima opportunità».

 

Il progetto, celebrato lo scorso dicembre con una grande festa a Palazzo Albergati organizzata a cura del Comune di Zola Predosa (il primo soggetto istituzionale della zona a intrattenere contatti con la Turkish Airlines), prevede di svolgersi in tre distinte fasi.

 

La prima recupererà la formula di Social Media Free Trip, l’iniziativa promossa dal Comune di Bologna e dedicata agli utilizzatori dei social network già sperimentata con il mercato turistico britannico e che ora verrà rimodellata attorno a quello turco: in palio, ancora una volta, ci saranno weekend all inclusive sotto le Due Torri, di volta in volta tematizzati e legati a questo o quell’evento, che potranno essere vinti da utenti turchi di social network come Facebook e Twitter.

 

Le aspettative per il successo dell’operazione sono elevate dato che in Turchia 35 milioni di individui, pari al 44 per cento della popolazione, utilizza Internet mentre Facebook risulta essere il sito più cliccato e il 16,6 per cento dei navigatori in rete in Turchia si serve anche di Twitter.

 

Il secondo step invece sarà decisamente più concreto: nel marzo 2013 infatti il Comune di Bologna e Bologna Welcome ospiteranno giornalisti e operatori del settore turistico provenienti dalla Turchia e dalle aree maggiormente coperte da Turkish Airlines per un educational tour dedicato alle eccellenze culturali, artistiche ed enogastronomiche della città e del territorio, iniziativa che contribuirà a veicolare l’offerta turistica di Bologna verso i media turchi e internazionali.

 

E infine, in occasione dell’assise dell’Unesco Creative Cities Network, che si svolgerà per cinque giorni il prossimo settembre a Bologna con la partecipazione delle delegazioni di città in ogni parte del mondo e un ricchissimo programma di eventi culturali, saranno invitati cinque blogger da altrettante città creative dell’Unesco connesse con Bologna dalle rotte di Turkish Airlines con il compito di “raccontare” attraverso i propri blog l’avvenimento dando così risalto alla città e alla compagnia aerea.

 

«Bologna – commenta Temel Kotil, CEO di Turkish Airlines – è una città bellissima ed esercita una fortissima attrattiva sulla parte orientale del pianeta, la stessa che viene servita da Turkish Airlines. Noi puntiamo a essere la migliore compagnia aerea sia in Europa che in Asia, offriamo i servizi migliori ai prezzi migliori e tutto ciò che possiamo fare per la promozione turistica di Bologna noi lo faremo per far sì che la gente sia incentivata a venire qui. Sono sicuro che troveremo tantissimi punti in comune».

 

«Turkish Airlines – sottolinea Giada Grandi, presidente dell’Aeroporto Guglielmo Marconi – è un vettore importante che in questi ultimi anni è molto cresciuto nel nostro territorio, che ha sua volta ha risposto in maniera molto forte. La Turchia è il quarto partner commerciale della nostra provincia e credo che questi due paesi abbiano molte potenzialità da sfruttare assieme, in una comprensione tra due culture apparentemente non nota ma in realtà molto forte».

 

Prospettive che vengono incoraggiate dal rapporto 2012 Current Market Outlook della Boeing, che prevede una crescita dal 20 al 24 per cento della proporzione, sul totale mondiale, del traffico aereo fra Europa e Asia. Anche perché Turkish Airlines ha in serbo, per i futuro, nuove iniziative su Bologna e dintorni che potranno andare a coinvolgere di volta in volta le imprese locali piuttosto che l’Università.

 

«Tutte le iniziative di Esplora Bologna – conclude Matteo Lepore, assessore al marketing territoriale – si svolgeranno nel quadro di Bologna Welcome e con la collaborazione di altri soggetti pubblici e privati. Il punto fondamentale sarà la promozione della destinazione Bologna attraverso Internet e in particolare i social network, un’idea sulla quale continuiamo a contare tantissimo».