Warning: include(/home/mondodel/public_html/pages/public/contatti.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/mondodel/public_html/pages/public/gui/post.php on line 378

Warning: include(): Failed opening '/home/mondodel/public_html/pages/public/contatti.php' for inclusion (include_path='.:/usr/lib/php:/usr/local/lib/php:/home/mondodel/PEAR/PEAR:/home/mondodel/PEAR/DB:/home/mondodel/PEAR/Pager') in /home/mondodel/public_html/pages/public/gui/post.php on line 378

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/mondodel/public_html/pages/public/gui/post.php:378) in /home/mondodel/public_html/index.php on line 193
Delegazione sudcoreana in visita al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi (Arezzo)


Delegazione sudcoreana in visita al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi (Arezzo)

Arezzo, 09.11.2012, di Redazione 3

 

Dagli uffici della regione di Gapyeong, dieci esponenti del governo asiatico sono venuti a studiare i meccanismi di tutela e fruizione ambientale attuati nel Parco delle Foreste Casentinesi.

 

Hanno in progetto di fondare molto presto un centro per la prevenzione e la salute ambientale all’interno dei loro ambienti forestali, e così il governo gli ha chiesto di studiare le migliori pratiche, sistemi e processi attuati nel resto del mondo.

 

Si tratta di manager ed esperti di ambiente, economia, pianificazione e comunicazione sudcoreani, che hanno scelto di visitare il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi per avere modelli affermati come nuovi punti di riferimento per il loro immediato futuro.

 

Durante la visita, accolti dal Direttore dell’ente Giorgio Boscagli, gli esperti sudcoreani hanno approfondito soprattutto gli aspetti legati alla fruizione degli ecosistemi forestali, apprezzando le iniziative attivate dal Parco Nazionale assieme ai soggetti imprenditoriali del territorio.


 

Particolare interesse hanno suscitato le attività turistiche incentrate sulla fotografia naturalistica e sulla gestione faunistica (come il censimento del cervo e le altre attività di gestione della fauna aperte agli esterni) nonché la sentieristica dedicata anche ai diversamente abili.

 

La stessa delegazione ha segnalato che della loro visita sarà dato risalto sui principali media della Corea del Sud.

 

I funzionari sudcoreani e quelli dell’ente Parco Nazionale hanno infine concordato sulla possibilità di proseguire la collaborazione attraverso ulteriori futuri momenti di scambio di esperienze.