Verbania (Verbano Cusio Ossola) la Capitale dei Laghi d’Europa

Verbano-Cusio-Ossola, 20.10.2012, di Redazione 35

 

 

Verbania, città capoluogo della Provincia del Verbano Cusio Ossola, è un “comune sparso” di circa 30.000 abitanti nato poco più di settant’anni fa dall’unificazione dei Comuni di Intra, Pallanza e relative frazioni.

 

Il nome Verbania, che delimitava una piccola zona del territorio, è stato esteso all’intero comune, coniugato dall’antico toponimo del Lago Maggiore, Verbano appunto.

 

Il territorio si affaccia sul Lago Maggiore e si estende sulla fascia collinare che dolcemente risale verso l’arco alpino; ill clima particolarmente mite, la possibilità di un contatto diretto con la natura, attraverso gite sul lago, visite a giardini e passeggiate nell’entroterra, ne hanno fatto una meta privilegiata di un turismo piuttosto “specializzato”, meno “mordi e fuggi” e più “slow”.


 

Anche perché Verbania, Intra, Pallanza ed il territorio circostante sono dotate di svariate opportunità di passeggiare in tranquillità sui lungolago, o immersi nella natura dei parchi, ma sono anche dotati di un patrimonio museale, artistico e naturalistico di notevole interesse.

 

 

Intra, importante centro industriale del lago,  conserva un bel centro storico a struttura medioevale, dotato di pregevoli edifici; nell’800 si sviluppò una fiorente attività di produzione di detersivi e manifatturiere, tra cui anche un cotonificio a filatura meccanica, primo in Italia e una cartiera.

 

Pallanza, invece, grazie alla sua posizione sul lago, ha sempre privilegiato l’aspetto turistico; apprezzata per la dolcezza del clima e la bellezza della posizione, vi furono costruiti fin dall’800 diversi alberghi di lusso per ospitare l’elite della società dell’epoca come succede ancora oggi, diventando una delle principali località turistiche del lago Maggiore.

 

Affacciate sul Lago sono diverse le ville signorili con i loro meravigliosi giardini, grandi parchi pieni di fiori ed aiuole, come Villa Giulia, Villa Taranto e Palazzo Dugnani.

 

 

Il particolare clima mite caratteristico di questa parte del Lago Maggiore, ha favorito lo sviluppo di moltissime specie vegetali, molti dei quali si possono ammirare nei parchi delle splendide dimore rinascimentali ed ottocentesche, ma anche nei balconi e nelle aiuole del lungolago.

 

La floricoltura è infatti diventata elemento trainante anche per le attività turistiche di Verbania; qui vengono organizzati diversi eventi in ogni stagione dell’anno legati ai fiori ed alle piante, come la “Mostra della Camelia”, la “Settimana del Tulipano”, “Corso Fiorito”, una sfilata di carri tematici realizzati con migliaia di fiori.

 

 

Ed ancora, la “Mostra permanente delle dalie”; “Cactus Folies”, mostra-mercato di piante succulente rare e da collezioni; “Orchidee sul lago”, il Salone del Libro sul giardino e la “mostra della camelia invernale”.

 

Ma i turisti, oltre alla natura, alla tranquillità del lago, ad un clima mite e piacevole, trovano anche prodotti enogastronomici gustosissimi come i “Salumi del Divin Porcello”, della vicina Masera, salame, prosciutto crudo, cacciatori, salamini freschi, cotechini, salame di testa, lardo, pancetta, coppa, culatello, filetti di maiale, violini di capra e agnello, bresaola e la mortadella della Val d’Ossola, presidio Slow Food.

 

 

Così come i vini: il leggendario “Prunent” il tipico vino locale la cui presenza in Ossola è storicamente accertata sin dal 1300, con caratteristiche molto tipiche legate al territorio e al vitigno.

 

Si presenta di colore rosso rubino con riflessi granata, un profumo complesso con note di vaniglia e floreali ma con una buona struttura e persistenza, che si abbina ai secondi piatti importanti di carne e selvaggina, ai formaggi saporiti.


 

E poi il “Cà d’Matè” , prodotto da un uvaggio di Nebbiolo, Croatina e Prünent provenienti da vitigni sparsi nelle migliori zone dell’Ossola; di colore rosso rubino con riflessi viola, molto profumato e strutturato, è  anch’esso adatto a piatti robusti, quali carni rosse e formaggi stagionati.

 

Prodotto tipico: Vino Prunent