"Treviso: Dripping Taste 2012" dove il gusto incontra l'arte

Treviso, 13.10.2012, di Paola Rizzardo

 

Il 13, 14, 19, 20 e 21 ottobre 2012, in provincia di Treviso -

 

“TREVISO: DRIPPING TASTE dove il gusto incontra l’arte”, ad Oderzo sabato 13, a Castelfranco V.to domenica 14, e a Treviso il 19, 20, 21 ottobre 2012.

Il Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana afferma la vocazione enogastronomica della “Marca Gioiosa” sposandola con il mondo dell’arte: due weekend a sorpresa tra “musei, piazze, salotti e atelier del gusto” per assaggiare o acquistare i prodotti a Km Zero in tutte le loro forme, dai cicchetti in piazza alle degustazioni guidate ai grandi piatti degli chef, sempre abbinati alle suggestioni dell’arte e della cultura, locale ed internazionale.

 

La terra trevigiana riscopre le proprie radici culturali attraverso la cucina intesa come vera e propria metafora, con tutti gli slanci e le contraddizioni della vita reale.


Un “Evento Diffuso” che coinvolgerà in via sperimentale i centri storici di tre città, Oderzo, Castelfranco V.to e Treviso, che divengono teatro di insolite rappresentazioni culinarie: dallo studio della storia dell’arte, coniugato coi prodotti a Km Zero, sono nati cicchetti innovativi nel gusto, ma antichi nella storia, come il Libum, il biscotto con farina di farro, ricotta e profumo d’alloro, descritto da Catone nel suo “Liber De Agri Cultura “ del 160 a.C.

 

La manifestazione avrà inizio sabato 13 ottobre a Oderzo con “Cicchetti al Museo”: una serie di eventi realizzati dai ristoratori in collaborazione con il Museo Archeologico Eno Bellis e la Pinacoteca Alberto Martini, dove la visita guidata e gratuita alla sale espositive si trasformerà per l’occasione in un menu itinerante nella storia, con i ristoratori trevigiani pronti ad illustrare e far degustare la propria ricerca culinaria dedicata all’antica Opitergium ed alle suggestioni dell’Art Déco.

All’esterno, attorno al “Caffè del Museo”, l’evento si svilupperà per il grande pubblico con una degustazione del Tiramisù (tradizionale e moderno), laboratori per i bambini e prove di cucina per appassionati, mentre gli street artist dell’Associazione Kantiere Misto svilupperanno una live performance dedicando tutta la loro creatività ai 2 filoni tematici con particolare riferimento agli importati temi dell’alimentazione e dello sviluppo eco-sostenibile.

 

Il format verrà replicato domenica 14 a Castelfranco V.to, ospiti del Museo Casa Giorgione con gli eventi che si apriranno anche su Piazza Duomo per raccontare il paesaggio ed il colore rinascimentale con questo innovativo mix di performances.

 

Il percorso del gusto si sposterà nel fine settimana successivo, dal 19 al 21 ottobre, a Treviso il cui Centro Storico diverrà protagonista di appuntamenti dedicati allo slogan “scopri il gourmet che c’è in te”: dal semplice curioso fino all’intenditore, capace di inoltrarsi alla ricerca di esperienze culinarie e culturali sempre nuove, tutti potranno vivere le Piazze, i Salotti e gli Atelier del Gusto.

Le piazze della città diventeranno le Piazze del Gusto, parchi tematici dedicati ai mestieri ed ai prodotti a Km Zero che vengono prima raccontati, grazie alle “Fattorie Didattiche”, e poi degustati con i “Cicchetti ed Ombra in Piazza“.

Il Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana, con la collaborazione della Coldiretti di Treviso, porta in città la cultura rurale e i suoi valori, nel disegno di una nuova società attenta alle tematiche ambientali e della sostenibilità.

 

Le piazze saranno così dedicate al Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP, al Miele, al mestiere del Casaro ed a quello del Norcino per finire con “Il Mondo in una Piazza”: cucina fusion con i cuochi trevigiani che interpreteranno le culture del mondo partendo dal prodotto tipico.


I Salotti del gusto, a partire dal palazzo della Camera di Commercio di Treviso, saranno edifici storici, negozi e locali della città che ospiteranno performance e cooking show perfettamente integrati con originali eventi artistici dove arte visiva, musica e poesia si fonderanno in un tutt’uno con le creazioni degli chef trevigiani e dei loro ospiti.