“Lo Stato unitario. Il patrimonio degli Archivi storici della Provincia di Bari”. Una mostra fotografica per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia

Bari, 11.03.2011, di Antonio Martino

 

Dal 16 marzo al 9 maggio 2011 presso la Sala del Colonnato del Palazzo della Provincia di Bari -

 

La mostra è stata realizzata con la supervisione artistica della Direttrice della Pinacoteca provinciale di Bari, Clara Gelao, con la collaborazione della Sovrintendenza Archivistica della Puglia, l’Archivio di Stato di Bari, la Biblioteca Nazionale di Bari, l’ Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, la Società di Storia Patria per la Puglia e la Biblioteca provinciale di Teramo e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Puglia, Comune di Bari e Università degli Studi di Bari.

 

L’esposizione ha l’intento di accostare documenti originali a foto d’epoca ponendo in luce l’immenso patrimonio storico e archivistico dell’Ente alle soglie della nascita del Regno d’Italia, il ruolo degli illustri o meno noti personaggi della Deputazione della Provincia di Bari e della Terra di Bari, il ruolo delle nascenti istituzioni ed un breve ritratto di alcuni tra i protagonisti del brigantaggio della terra di Puglia.


 

Il percorso fotografico, che si snoda dall’Unità d’Italia alla prima metà del ‘900, è stato tratto dall’archivio storico dello Studio d’Arte Mastrorilli di Bari e mette in mostra immagini inedite del capoluogo pugliese, della civiltà contadina, di figure di spicco della storia locale, degli Istituti fondati dalla Provincia, dei teatri, delle sue città, dei suoi paesi.

 

L’esposizione è destinata, in particolare, ai giovani affinché comprendano il valore di un periodo storico, quale quello dell’Unità di Italia, che ha visto tra i suoi protagonisti anche la Terra di Bari.

 

Il percorso espositivo è strutturato in sei sezioni: “Il Risorgimento”, “Il nuovo Stato Unitario”, “Assistenza e beneficenza”, “I luoghi della cultura”, “Al di là della legge” e “Poetesse patriote”.

 

L’ingresso è gratuito.