"Festa dell'Orso 2011" a Urbiano Mompantero (Torino)

Torino, 22.01.2011, di Marisa

 

Il 5 e 6 febbraio 2011 a Urbiano Mompantero (Torino) -

 

Nella piccola località della Val di Susa, in uno scenario naturale suggestivo, alle pendici del monte Rocciamelone, con le caratteristiche borgate sparse tra il monte e la riva sinistra del torrente Cenischia, da secoli si ripete la stessa tradizione.

 

Un orso, impersonato da un uomo mascherato con delle pelli, viene catturato e trascinato per le vie del paese. Durante il percorso viene deriso e malmenato, e gli viene offerto vino da bere. Poi, una volta domato, viene lasciato libero di scegliere la ragazza più bella con cui balla fino alla fine della festa.

 

Rito legato alla tradizione religiosa della Candelora, pare però abbia origini pagane. Qualunque ne sia l'origine, la festa ha da sempre lo stesso svolgimento: il primo giorno, quest'anno sabato 5 febbraio, alle ore 20.30 "Caccia all'orso" per le vie di Urbiano. Sarà inoltre possibile partecipare al percorso enogastronomico.


 

Il giorno successivo, verrà celebrata alle ore 10 la Santa Messa, nella Cappella di Santa Brigida. Nel pomeriggio "Fora l’ours!" sfilata e ballo dell’orso per le vie di Urbiano e realizzazione di murales dedicati alla caccia all'orso.

 

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Mompantero in collaborazione con la Pro loco di Monpatero, il Parco naturale Gran Bosco di Salbertrand, la Provincia di Torino ed anche quest'anno fa parte di "Chantar L'Uvern", la rassegna di eventi e manifestazioni realizzate con il contributo economico dell'Assessorato alla Cultura della Provincia di Torino  

 

E' bene augurarsi che il tempo non sia troppo clemente: un vecchio proverbio della zona infatti dice:  "se l'ouers fai secha soun ni, per caranto giouern a sort papì",cioè, se il giorno della festa fa bello, tanto che la tana dell'orso si asciughi, la stagione fredda durerà ancora 40 giorni.