Il Natale subacqueo di Tellaro…e molti altri eventi nel Comune di Lerici (La Spezia)

La Spezia, 14.12.2010, di Annalisa Coviello

 

Il 24 dicembre a partire dalle ore 22 alla Marina di Tellaro (La Spezia) –

E’ sicuramente la manifestazione più suggestiva di Natale, giunta ormai alla sua 41° edizione.

Nella notte del 24 dicembre, dal mare di Tellaro, inserito, a pieno diritto, nella lista dei “Borghi più belli d’Italia”, emerge la statua del Bambin Gesù, donata dal Papa Giovanni Paolo II, e trasportata da un gruppo di subacquei della sezione spezzina della FIAS-Club Spedizione Blu, in collaborazione con il Circolo Nautico di Tellaro.

Sulla scogliera che circonda il paese, intanto, sono stati posti migliaia di lumini a cera che accolgono la nascita di Gesù e illuminano suggestivamente l’evento. La statuina, poi, viene portata attraverso i tipici “carugi”, per il paese, fino ad arrivare alla chiesa, nella parte alta di Tellaro, dove viene celebrata la Messa. Sul mare, uno spettacolo di fuochi d’artificio saluta la nascita del Redentore.

Il Natale subacqueo inizia alle 23 del 24 dicembre, ma, quest’anno, a partire dalle ore 22, nell’attesa, ci sarà anche un coro gospel.
 
Ci sono anche numerosi altri eventi, sempre legati al Natale, nello splendido borgo ligure.

Il 19 dicembre, al Belvedere Eoa Rainusso, a partire dalle ore 15, “Lettere a Babbo Natale e giochi di una volta”, per bambini…di tutte le età.

Il 20 dicembre, all’Oratorio in Selaa, alle ore 21, “Il Natale subacqueo dalla sua nascita”: mostra fotografica e racconti.

Il 22 dicembre, sempre all’Oratorio in Selaa, alle ore 16,30, merenda con Babbo Natale e, a seguire, esibizione del Coro del polpo campanaro, che prende il nome da una delle più antiche leggende legate al borgo ligure. Sembra, infatti, che, quando il mare era invaso dai pirati saraceni, proprio un colossale polpo, attaccandosi con i suoi tentacoli alle campane, riuscì ad avvisare gli abitanti di Tellaro del pericolo. Per “grazia ricevuta”, oggi il polpo ricorre di frequente nei piatti locali…

Tantissimi anche gli appuntamenti a Lerici. Ne ricordiamo solo alcuni: per gli amanti della buona tavola, davvero imperdibile il Mercato alimentare di sapori dall’Italia e dalla Normandia, in programma dal 18 al 20 dicembre al lungomare e alla Rotonda Vassallo. Così come, il 9 gennaio, le degustazioni di specialità locali del “Vignaiolo del territorio”.

Infine, per i più temerari, il 24 dicembre,  l’undicesimo cimento lericino di Natale, tuffo natalizio per tutti e poi, per ritemprarsi dai rigori del mare d’inverno, focaccia, vino e pandolce in spiaggia.