Censimento Europeo 2010: c’è anche una tappa barese

Bari, 31.10.2010, di Antonio Martino

 

 

Il 3 novembre 2010 presso la Sala Conferenze dell'Acquedotto Pugliese di Bari -

 

Un’analisi approfondita della realtà agricola italiana è importante per il nostro Paese e per l’Unione Europea, che ha l’obiettivo di sostenere la produzione agricola degli Stati Membri.

 

A differenza dei Censimenti precedenti, in cui sono state censite le aziende di qualsiasi dimensione, per il 2010 l’Unione Europea chiede di rilevare soltanto le aziende i cui terreni si estendano al di sopra di una dimensione che, in Italia,  varia da Regione a Regione.

 

I dati raccolti offriranno un quadro informativo sulla struttura del sistema agricolo e zootecnico, a livello nazionale, regionale e locale. A trarne vantaggio sarà chi fa parte del mondo agricolo.


 

I dati che emergeranno dal Censimento, infatti, avranno impatto sullo sviluppo delle politiche agricole nazionali e comunitarie. Il Censimento, inoltre, assolverà gli obblighi di rilevazione stabiliti dai Regolamenti sulle statistiche agricole strutturali e sulle superfici viticole del Parlamento e del Consiglio europei.

 

Per promuovere il 6° Censimento dell’ Agricoltura l'Istituto Nazionale di Statistica ha organizzato quattro eventi di levatura nazionale strutturati in tavole rotonde in ognuna delle quali è (è stato) approfondito un tema specifico.

 

La tavola rotonda "Censimento 2010; un progetto per l’agricoltura di domani – Agricoltura, Turismo e Territorio" sarà moderata da Lorenzo Tosi, giornalista de Il Sole 24 Ore, e vedrà la partecipazione di: Nichi Vendola, Presidente Regione Puglia Enrico Giovannini, Presidente Istat Dario Stefano, Assessore alle Risorse Agroalimentari Regione Puglia Giuseppe Politi, Presidente Confederazione Italiana Agricoltori Roberto Burdese, Presidente Slow Food Maurizio Gardini, Presidente Fedagri-Confcooperative Stefania Mandurino, Commissaria APT Lecce, membro di Giunta Federturismo.