Ricetta: Ravioli di ricotta

Italia, 19.09.2009, di Roberta Santoni

Ricetta di Maria Tancredi -

 

Quantità per 10 persone

 

 

Ingredienti per la pasta:

 

3 uova

600 g di farina di grano duro

200 g di farina tipo 00

5 tazzine d'acqua tiepida

un pizzico di sale

 

 

Ingredienti per il ripieno:

 

800 g di ricotta (preferibilmente di pecora)

3 uova

200 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

prezzemolo

Un pizzico di sale.

 

 

Preparazione:

 

Preparare la pasta all'uovo partendo con il mescolare i due tipi di farine tra loro. 

Mettere la farina in una ciotola e posizionarla in modo da formare una fontata dove, nel centro, andrete ad aggiungere le uova ed il sale. Impastare il composto ed aggiungere, a poco a poco, l'acqua.


Amalgamare tutti gli ingredienti fino a formare un impasto morbido ed elastico.

Continuare ad impastare su di una spianatora, un po' infarinata, e lasciare riposare la pasta, coperta da un telo umido, per 20 - 30 minuti.

 

 

Nel frattempo, preparare il ripieno.

In una ciotola, schiacciare la ricotta con una forchetta. Aggiungere le uova, il parmigiano, il prezzemolo ed il sale. Amalgamare insieme tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema omogenea, abbastanza compatta.

 

Una volta fatta riposare la pasta iniziare a stenderla, con un mattarello di legno, aggiungendo, se necessario, della farina durante questa operazione.

Stendere la pasta fino a raggiungere lo spessore di 1 mm circa.

A questo punto, aiutandovi con un cucchiaino, appoggiate dei mucchietti di ripieno sulla pasta.

 

Consiglio di allineare i mucchietti cominciando dalla parte bassa della pasta.

Rovesciate sopra ai mucchietti di ripieno la stessa pasta, prendendola da sotto, delicatamente. Chiudere la striscia di pasta ripiena, così creata, cercando di togliere l'aria tra la pasta e la ricotta. Schiacciare bene per fare aderire la pasta e procedere con il taglio desiderato.

 

Molto semplice e rapido da ottenere è il raviolo a mezzaluna a bordo liscio.

Per ottenere questo tipo di raviolo non sono necessari strumenti particolari: basta soltanto anche un bicchiere per ottenere un risultato ottimale.

 

 

Procedete in questo modo, tagliando con un coltello la pasta in eccesso, fino a termirare tutto il ripieno.

Cuocere in abbondante acqua salata e servire accompagnati da un sugo semplice, magari con pomodori freschi e basilico.

Questo piatto, tradizionalmente domenicale, è ottimo accanto ad un vino rosso uve Sangiovese/Cesanese come, per esempio, un Tarquinia rosso o un Cesanese del Piglio.