Viaggio nel Bolzano Festival Bozen 2008: Concerti con giovani talenti e artisti affermati nei luoghi più belli della città

Bolzano, 30.07.2008, di Fosca Maurizzi

Dall'1 agosto al 3 ottobre 2008 a Bolzano

dal 1° agosto al 3 ottobre 2008 a Bolzano
Spazi differenti, più o meno tradizionali, che comprendono luoghi di rilevanza storico naturalistica come la Vecchia Chiesa Parrocchiale di Gries, il Palazzo Mercantile, Castel Mareccio, il Palais Toggenburg, la Chiesa dei Domenicani, il Parco dei Semirurali dislocati nel centro storico, ospitano quest’anno i concerti del Bolzano Festival Bozen.

Con 24 concerti, un convegno, un workshop musicale e i corsi dell’Accademia Gustav Mahler, la
quinta edizione del Bolzano Festival Bozen si presenta come una delle manifestazioni più vitali e
interessanti del panorama culturale estivo.

Nato dal lavoro complice e sinergico delle principali istituzioni culturali del capoluogo altoatesino, il BFB propone un programma che spazia dal repertorio barocco alla musica contemporanea, aprendosi al ricco patrimonio musicale dell’Europa dell’Est e del Medio Oriente avvalendosi della collaborazione di differenti e importanti compagini musicali, quali le Orchestre Giovanili, il Concorso e Festival Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni”, la rassegna Antiqua e l’Accademia Gustav Mahler.

Il Parco delle Semirurali ospita il concerto inaugurale venerdì 1° agosto alle ore 21.00: protagonista l’Ensemble di fiati della European Union Youth Orchestra alle prese con un programma novecentesco festoso ed esuberante.

Area verde di recente creazione nel quartiere Don Bosco, il Parco delle Semirurali si estende tra via Alessandria, via Genova e via Vercelli e accoglie al suo interno il sito archeologico che ospita i resti dell'antico convento agostiniano di S. Maria in Augia, il più antico insediamento di questa zona, venuti alla luce proprio durante i lavori di sistemazione del parco.

Il secondo appuntamento con la musica d’ensemble della Euyo di sabato 2 agosto, mette in luce un’altra location inedita per il festival, questa volta in pieno centro: lo storico Palazzo Toggenburg, in via Castel Roncolo. Dimora dei conti Wolkestein, una delle famiglie più antiche dell’Alto Adige, l’edificio risale all’ 11. secolo. Acquisito nel 19° secolo dalla ricchissima Anne von Menz, che lo rinnovò secondo lo stile dell’epoca, la residenza deve l’attuale denominazione al conte svizzero che ne sposò la figlia.


All’interno delle mura di Palazzo Toggenburg è stata scritta inoltre una pagina importante della
storia del Tirolo: è proprio qui che nel giugno del 1796 ebbe luogo il giuramento di Andreas Hofer.
Dopo essersi consultato con la Dieta tirolese su come contrastare la minaccia dell’avanzata
napoleonica, Hofer e i rappresentanti delle città tirolesi convennero unanimemente di porre il Tirolo
sotto la protezione del Sacro Cuore di Gesù.

Il filo rosso dei concerti estivi toccherà in seguito Gries, con i concerti di Antiqua alle Cantine
Schmid Oberrautner e nella Vecchia Chiesa Parrocchiale, luogo quanto mai suggestivo che ospita da
numerose edizioni la rassegna dedicata alla musica rinascimentale e barocca; la residenza
Mariaheim e il Teatro Cristallo in via Dalmazia, sede quest’ultimo della maratona pianistica dei 24
finalisti che concorreranno nel 2009 all’assegnazione del primo premio al Concorso Internazionale
Ferruccio Busoni.

L’antichissima chiesa dei Domenicani ospiterà il 2 settembre il Coro Filarmonico
Trentino diretto da Sandro Filippi, chiamato ad interpretare due prime esecuzioni mondiali: la
Missa I. quatuor vocibus cantanda op. 34 e l’Ave Maria a 4 voci Kind. 95 di Ferruccio Busoni a
conclusione del convegno internazionale su Ferruccio Busoni curato dal Prof. Giuliano Tonini.

Abbonamenti e biglietti per i singoli concerti sono in vendita presso la Cassa del Teatro Comunale
di Bolzano
(Piazza Verdi 40), dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; il sabato dalle 10 alle 13. Informazioni +39 0471 053800.

Bolzano Festival Bozen è un progetto della Città di Bolzano, che vive grazie ai contributi elargiti ai quattro partner che compongono la rassegna da: Regione Autonoma Trentino – Alto Adige, Provincia Autonoma di Bolzano, Fondo Sociale Europeo, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Conservatorio Claudio Monteverdi, REMA, Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, Azienda Energetica spa, Azienda di Soggiorno di Bolzano, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bolzano, SEAB, Banca Popolare dell’Alto Adige, Banca di Trento e Bolzano, Cantine Schmid Oberrautner, Steinway & Sons, FORST, Niederstätter, Fiera Bolzano – Messe Bozen, Fabbrini, Comune di Madrid, Bank Austria, Munich Re Group.

Per informazioni: info@bolzanofestivalbozen.it