Warning: include(/home/mondodel/public_html/pages/public/contatti.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/mondodel/public_html/pages/public/gui/post.php on line 378

Warning: include(): Failed opening '/home/mondodel/public_html/pages/public/contatti.php' for inclusion (include_path='.:/usr/lib/php:/usr/local/lib/php:/home/mondodel/PEAR/PEAR:/home/mondodel/PEAR/DB:/home/mondodel/PEAR/Pager') in /home/mondodel/public_html/pages/public/gui/post.php on line 378

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/mondodel/public_html/pages/public/gui/post.php:378) in /home/mondodel/public_html/index.php on line 193
Bursôn, sfida all’ultimo bicchiere: il migliore del 2008 arriva da Lugo (Ravenna)


Bursôn, sfida all’ultimo bicchiere: il migliore del 2008 arriva da Lugo (Ravenna)

Ravenna, 26.06.2008, di Alberto


di Carla Casazza

Ha sorpreso un po’ tutti il primo posto dell’etichetta nera 2004 dell’Agriturismo Cà Vecchia di Lugo (titolare Vincenzo Zoli), eletto miglior Bursôn assaggiato quest’anno, nell’ambito della cena svoltasi il 22 maggio a Casa Conti Guidi (Bagnacavallo), appuntamento conclusivo delle serate a tema “Bursôn, sfida all’ultimo bicchiere”, in cui si è svolta la selezione finale tra i vini usciti vincitori nelle prime quattro cene.

La giuria ha scelto come secondo classificato il Bursôn 2004 dell’azienda Gordini Paolo, terzo il 2005 dell’azienda Ballardini, quarto il 2004 dell’azienda Longanesi Daniele, tutti etichette nere prodotte a Boncellino.

Un risultato che ha stupito, si diceva, e che probabilmente ha privilegiato un prodotto di “facile” approccio rispetto a vini di maggior pregio ma più complessi da interpretare.
La degustazione alla cieca è stata guidata dall’enologo Sergio Ragazzini che ha organizzato la serata in collaborazione con l’Accademia Italiana della Cucina di Ravenna e Lugo.

La premiazione ufficiale del miglior Bursôn 2008 si è svolta il 24 maggio nel corso dell’iniziativa “La piazza in tavola”, con la consegna al vincitore del Cavallo Nero, un gioiello d’argento raffigurante un cavallo con un diamante nero incastonato nell’occhio, creato dall’orafo Paolo Ponzi in Bagnacavallo.