Un sorso di Romania

Italia, 07.05.2007, di Fosca Maurizzi

Devo la conoscenza di questo vino al mio caro amico Poldo Pisotti che me lo ha fatto assaggiare ad un fine cena. Già il nome invita all'assaggio per il contrasto fra la promessa gioiosa che il vino di per sé costantemente ci rinnova e le lacrime che ci riportano a sensazioni amare. In questo caso però le lacrime hanno il colore carico dell'oro e lasciano in bocca un delizioso gusto di frutta appena colta.

Di che si tratta? Di un prodotto rumeno, non molto diffuso in Italia ma che, a mio parere, vale veramente la pena assaggiare. Si chiama Lacrima lui Ovidiu e quello che ho degustato proveniva dalla Cantina Murfatlar.
Il suo colore giallo dorato intenso, tipico dei vini speciali e il ricco aroma derivano dall'invecchiamento di oltre 5 anni in piccole botti di quercia. Nonostante si tratti di un vino invecchiato, mantiene i sentori di frutta fresca ed un bell'equilibrio fra dolcezza e acidità.
E’ un vino liquoroso di notevole personalità, un vino da meditazione, che accompagna benissimo la biscotteria secca.